Il Mondiale sta per emettere il suo verdetto più importante. Ancora poche ore e conosceremo infatti chi tra Francia e Croazia avrà avuto l'onore di alzare al cielo di Mosca la Coppa del Mondo. Dopo un mese di grande calcio, la kermesse russa è dunque vicina ai titoli di coda e a consegnare il testimone a Qatar 2022. Tra le tante curiosità che fanno da prologo al match del "Luzhniki Stadium", c'è anche quella relativa ai club d'appartenenza dei giocatori che scenderanno in campo nella finale.

La società maggiormente rappresentata in quest'ultimo atto mondiale è l'Atletico Madrid. La formazione di Diego Simeone avrà infatti in campo quattro giocatori (Griezmann, Lucas, Lemar e Vrsaljko), e potrà contare anche sulla presenza di Mario Mandzukic: vecchia conoscenza del popolo dei "Colchoneros". Barcellona e Real Madrid, saranno invece del match con tre giocatori a testa: Rakitic, Umtiti e Dembelè per i catalani e Varane, Modric e Kovacic per i "Blancos".

La Serie A ringrazia Juventus e Inter

Il campionato spagnolo è dunque protagonista anche in Russia, con un totale di undici giocatori "prestati" alle due nazionali che si sfideranno in finale. Dietro la Liga troviamo invece la Ligue 1 francese con nove calciatori e infine la Serie A con sette. Juventus e Inter sono infatti presenti rispettivamente con tre e due giocatori (Mandzukic, Matuidi e Pjaca per i bianconeri, Perisic e Brozovic per i nerazzurri), mentre il Milan di Rino Gattuso può consolarsi con la presenza del croato Strinic.

Al di là delle statistiche, spicca su tutto la felicità del presidente Gianni Infantino. Il numero uno della Fifa, chiamato di recente a fare un bilancio su questa Coppa del Mondo, ha infatti pubblicamente elogiato l'organizzazione russa: "Alcuni anni fa ho detto che questo Mondiale sarebbe stato il migliore della storia e ora posso dirlo con convinzione: è la migliore Coppa del mondo di tutti i tempi e per questo va ringraziato il governo di Vladimir Putin".