La serata di Jeddah verrà di ricordata per tre motivi in casa Juventus: la prima vittoria di Cristiano Ronaldo con la maglia bianconera, l'ottava affermazione nella Supercoppa Italiana che consolida la Vecchia Signora al primo posto nell'albo d'oro della competizione e il decimo titolo con la squadra torinese di Massimiliano Allegri. Il tecnico di Livorno ha messo in bacheca la sua terza Supercoppa Italiana, la seconda con la Juve, e questa vittoria lo ha consolidato sul podio dei tecnici bianconeri più vincenti ma, adesso, è approdati alla doppia cifra.

Allegri ha conquistato il decimo titolo da quando è seduto sulla panchina della Vecchia Signora e sembra lontanissimo quel 16 luglio 2014 quando l'annuncio del suo arrivo aveva portato frange della tifoseria e una parte della critica, molto legata ad Antonio Conte, a contestare la scelta della società. A distanza di quasi cinque anni è tutto cambiato: i quattro scudetti e le quattro Coppe Italia arrivate consecutivamente e i due trionfi in Supercoppa, oltre alle due finali di Champions League, lo hanno fatto entrare nel cuore di molti supporter bianconeri e di diritto nella storia della società di Torino.

L'ex allenatore di Sassuolo, Cagliari Milan, che negli ultimi anni ha vinto anche molti premi individuali come la Panchina d'Oro e il Premio Bearzot, è entrato nella classifica dei tecnici più vincenti della Juventus grazie ai suoi 10 trofei ufficiali vinti e davanti a sé ha due mostri sacri come Giovanni Trapattoni a 14 e Marcello Lippi a 13. La sua media punti per partita è di 2,32.  

Dopo le voci di una possibile separazione la scorsa estate, Allegri ha prolungato il suo rapporto fino al 2020 ma l'obiettivo suo e quello della Juventus è centrare, finalmente, la vittoria in Champions League: le basi ci sono tutte e avere CR7 dalla tua parte può essere un buon punto di partenza ma, intanto, i ragazzi di Max hanno iniziato il 2019 vincendo la Supercoppa Italiana che fa riferimento alla scorsa stagione. Vincere aiuta a vincere, e questo la Juve e Allegri lo sanno bene.