Mauro Icardi è il bomber da 30 gol a stagione che Aurelio De Laurentiis ha sempre ritenuto prioritario per il Napoli, più di James Rodriguez. Ed è soprattutto questa la ragione che, finora, ha spinto gli azzurri a non affondare il colpo sul colombiano provando a realizzare un piano diabolico: prenderli entrambe. Sì, la punta argentina da piazzare in cima all'attacco e il ‘bandito'. Con quali soldi? Cash per il primo, con la formula del prestito il secondo. Diabolico.

Un'operazione che se riesce equivale a sbancare al Casinò. E' pura illusione oppure c'è un fondo di verità in un'ipotesi del genere? Tom Cruise la chiamerebbe ‘mission impossible' e si cimenterebbe in essa buttandosi a capofitto. E' quel che ha fatto anche il patron dei partenopei, deciso a giocarsi il tutto pr tutto in queste ultime due settimane della sessione ufficiale di trattative.

Come vincere la concorrenza di Juventus e Roma?

A Torino sono bloccati, per adesso, dalle cessioni [Dybala, Higuain, Mandzukic quelle eccellenti e più onerose] e dovranno dare una risposta chiara all'argentino entro i prossimi giorni: dal 19 in poi, ha fatto sapere, ogni giorno è buono per comunicare la decisione e scegliere la destinazione migliore per sé. A Roma sono alle prese con l'operazione Dzeko all'Inter e provano a giocare proprio la carta del bosniaco per strappare il 9 ai nerazzurri, sbarrando il passo a partenopei e bianconeri.

L'offerta del Napoli su stipendio e diritti d'immagine

Da Napoli tentano il più classico all-in, come raccontato da Tuttosport secondo cui, oltre a offrirgli la platea della Champions – opportunità che nella Capitale non c'è – sul piatto c'è anche uno stipendio da 8 milioni netti a stagione [tra parte fissa e bonus] e la possibilità di godere pienamente dei diritti d'immagine, questione sempre molto delicata nelle trattative dei campani. Basterà per convincere Maurito [contattato telefonicamente da Carlo Ancelotti] e la moglie/agente, Wanda Nara, che ha già parlato anche col direttore sportivo, Giuntoli? Serve attendere ancora poco, dopo Ferragosto, entro la prossima settimana Icardi dovrà dire sì o no e soprattutto si capirà quale maglia riporrà nel cassetto e quale vestirà nella prossima stagione. Il San Paolo lo aspetta [magari assieme a James e a Lozano].