James Rodriguez dopo Hirving Lozano. O la va o la spacca. Dentro o fuori. Non c'è più tempo per i tatticismi, le attese studiate a tavolino, le indiscrezioni strategiche e le mezze parole lasciate sospese a mezz'aria perché pure questo fa parte del gran calderone delle trattative. Il Napoli che ha regalato ad Ancelotti l'esterno d'attacco messicano tira le fila del colpo dell'estate, il calciatore che il tecnico ha espressamente richiesto perché sa di che pasta è fatto e quale può essere l'impatto in un San Paolo che attende solo di vederlo salire dalle scalette dello stadio, sa quanto può essere utile alla squadra, ne conosce la qualità [altissima] delle giocate e soprattutto come possa trascinare il gruppo e tutto l'ambiente in un'altra dimensione.

De Laurentiis- Perez, è il momento della verità

Con il ‘bandito' si può vincere. con ‘el diez' dei Cafeteros si può lanciare in maniera diretta la sfida scudetto alla Juventus, tenere botta all'Inter e recitare un ruolo più efficace in Champions. Con l'ex Real si può sognare anche a occhi aperti. E allora è arrivato il momento di fare all-in, guardarsi negli occhi con il presidente, Florentino Perez, trovarsi faccia a faccia per stringersi la mano e sancire [finalmente] l'accordo.

L'intesa con il colombiano e il patto con Ancelotti

L'intesa con il calciatore c'è già da tempo: ha stretto un patto di ferro con l'allenatore che più di tutti ha saputo esaltarne il talento [in Spagna quanto a Monaco di Baviera] e s'è promesso alla maglia azzurra, lasciando intendere chiaramente che non accetterà altre offerte. O resta al Real oppure se parte è solo per raggiungere Napoli dove hanno già pronto il contratto con tanto di cifre [7 milioni netti a stagione].

Cifre e formula della cessione, si chiude l'accordo definitivo

Cosa manca? Alla luce delle condizioni, se avesse voluto il club partenopeo avrebbe potuto già prendere il colombiano. L'intoppo invece è stato finora la convergenza sulla formula per formalizzare la cessione: i blancos vorrebbero una cessione a titolo definitivo e sembrano disposti a trattare sulla somma e sulle modalità per corrisponderla [40 milioni], anche accettando un prestito a patto che sia inserito un obbligo che può scattare almeno a 25 presenze; De Laurentiis ha sempre spinto per il prestito con diritto di riscatto senza vincoli per il futuro perché – disse qualche settimana fa – "mi fido di Ancelotti ma voglio un po' vedere quanto è funzionale effettivamente il calciatore al nostro gioco".

Dentro o fuori, quando arriva James Rodriguez?

Arriverà oppure no James? Fiducia e ottimismo non difettano. Tutto lascia presagire che alla fine sarà così anche perché l'Atletico s'è defilato e ha scelto di puntare le proprie attenzioni su Rodrigo e dal sudamericano mai sono arrivati segnali di apertura. Serve attendere ancora qualche giorno, poi dopo Ferragosto, quando sarà chiaro anche cosa farà Mauro Icardi [per il quale il Napoli è in cosa assieme alla Roma e alla Juventus] ormai ex interista.