Il caso del rinnovo del contratto di Mauro Icardi ha catalizzato l'attenzione in casa Inter. Dopo l'uscita a sorpresa di Wanda Nara che ha chiuso alla possibilità di un accordo imminente, sui social è intervenuto il diretto interessato difendendo la sua compagna-agente e riservando un messaggio perentorio al suo club. Rinnovo possibile per Maurito solo di fronte ad un'offerta definita "concreta e corretta". In tarda serata sul futuro del bomber è intervenuta anche la dirigenza dell'Inter attraverso le parole del presidente Zhang e del neo amministratore delegato Marotta.

Caso rinnovo Icardi, il presidente Zhang è fiducioso

Sul caso del mancato rinnovo di Mauro Icardi con l'Inter e sulla trattativa con il capitano nerazzurro è intervenuto il presidente Steven Zhang. Il giovane patron non ha voluto alimentare ulteriori polemiche gettando acqua sul fuoco, spiegando che il rapporto tra i vertici del club e il giocatore simbolo sono tutt'altro che negativi. Queste le sue parole: "Parleremo presto con Icardi del suo contratto. È il nostro capitano, è un giocatore molto professionale e con lui è tutto ok". Una battuta anche sul mercato, con la possibilità di sfruttare ogni occasione: "Mercato? Se ci saranno delle opportunità le coglieremo, lavoriamo per cercare i migliori talenti. Ma è tutto ok".

Beppe Marotta sul rinnovo di Icardi

Sulla stessa lunghezza d'onda del presidente anche l'amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta. Quest'ultimo uscendo dalla sede dell'Inter in pieno centro a Milano ha parlato così della trattativa con Mauro Icardi per il rinnovo del contratto: "Il rinnovo di Icardi? I tifosi possono stare tranquilli, assolutamente". Nessuna rottura dunque tra le parti, stando almeno alle parole dei dirigenti del club meneghino.

Qual è la situazione del rinnovo di Mauro Icardi con l'Inter. La trattativa

Al momento non sembrerebbero esserci incontri in agenda nei prossimi giorni tra i dirigenti dell'Inter e Mauro Icardi o il suo entourage. Le parti sono ferme sulle loro posizioni: se il centravanti argentino attraverso la sua moglie-agente chiede un ingaggio super da circa 10 milioni di euro (bonus compresi), i nerazzurri sembrerebbero fermi a 7. Si tratterà ad oltranza con i top club europei alla finestra, in vista della prossima estate.