Sarà un vero e proprio esodo da Napoli a Liverpool per 90 minuti imperdibili: Liverpool-Napoli sarà seguita dal vivo da almeno 30 mila tifosi azzurri che hanno deciso di affrontare una trasferta che potrebbe regalare la qualificazione agli ottavi di Champions in una partita epica ad Anfield. Un ‘esercito' al cospetto di Ancelotti e dei suoi ragazzi che ha allertato le forze dell'ordine inglesi che predisporranno uno spiegamento eccezionale in vista del match.

Tutto previsto, ma visti i precedenti l'allerta è massima: ad Anfield sono attesi tremila tifosi del Napoli, di cui 2.400 andranno nel settore ospiti e i restanti 600 saranno sparsi negli altri settori dello stadio. Le forze dell'ordine inglesi temono l'arrivo di sostenitori azzurri senza biglietto e per questo attorno allo stadio sin dalle prime luci dell'alba ci saranno controlli, perquisizioni.

Il precedente del 2010

Le due tifoserie hanno già un precedente poco edificante. Risale al 2010, in occasione della doppia sfida delle due squadre in Europa League, con un clima tesissimo sia ad Anfield che a Napoli, e adesso le autorità inglesi non si possono permettere una replica: le misure di sicurezza saranno strettissime. Quella volta, 5 mila tifosi napoletani arrivarono a Liverpool e più della metà senza biglietto restò fuori dallo stadio.

Il popolo ‘azzurro' contro quello ‘rosso'

Se da un lato c'è dunque Klopp che chiama a raccolta il ‘popolo rosso' di Anfield dall'altro c'è il mondo partenopeo che non lascerà da sola la squadra nel momento che più conta. Ancelotti potrà dunque trovare appoggio su un foltissimo numero di supporter per tentare l'impresa di tornare a Napoli con un risultato utile che significherebbe qualificazione agli ottavi di finale. Una ‘forza' ulteriore per spingere gli azzurri oltre il Girone di Ferro che sembrava condannarli a priori.