Un attaccante e un centrocampista saranno i primi colpi dell'Inter dopo l'ingaggio di Diego Godin preso a parametro zero. Le ultime notizie in tempo reale sulle operazioni subiranno un'accelerata nelle prossime ore, dopo il vertice in sede di Antonio Conte con lo staff societario. Edin Dzeko (33 anni) e Nicolò Barella (22 anni) i nomi caldi, da qualche settimana in orbita nerazzurra: arriveranno l'uno dietro l'altro, a cominciare dall'attaccante bosniaco che l'ex manager del Chelsea avrebbe voluto a Londra due anni fa e mandò ko i Blues in Champions. Il calciatore, che il contratto in scadenza nel 2020, ha già fatto sapere alla Roma che considera chiusa la sua esperienza nella Capitale e la società stessa ha intenzione di metterlo sul mercato sia per monetizzare adesso la cessione che di qui a sei mesi non avrebbe valore (può liberarsi a parametro zero) sia per abbattere i costi della rosa a causa della mancata qualificazione alla Champions e dello stipendio percepito dall'ex City (4.5 milioni a stagione).

L'Inter ha già raggiunto l'accordo con Dzeko? Sì, la stretta di mano ha sancito l'intesa per un biennale (con opzione per un terzo anno), quanto alla somma da corrispondere alla Roma la cifra potrebbe essere di 10, massimo 12 milioni di euro con la possibilità di ritoccare l'esborso economico inserendo nella transazione una contropartita tecnica. Una sorta di operazione alla Zaniolo come accaduto un anno fa per Radja Nainggolan.

In dirittura finale la trattativa per Barella. Conte ha espresso parere favorevole all'arrivo del centrocampista del Cagliari. A differenza di Dzeko, oltre alla determinazione dei nerazzurri, serve mettersi al tavolo e confrontarsi coi sardi per incanalare la trattativa spingendosi più in là della manifestazione d'interesse. Quanto chiedono i rossoblù? La stessa cifra indicata da settimane: 50 milioni di euro, siano cash oppure solo in parte con l'aggiunta di contropartite tecniche. Ma al di sotto di questo range non c'è alcuna intenzione di andare.

Le altre trattative di calciomercato dell'Inter

Dzeko e Barella prima di tutto ma l'Inter non si ferma. Lukaku resta un obiettivo ed è molto gradito a Conte, le attenzioni dei nerazzurri però si focalizzano anche su altre due opportunità di mercato molto importanti: un terzino sinistro e (ancora) un attaccante con l'obiettivo di rinnovare la prima linea. La cessione di Mauro Icardi sembra scontata ed è questo il punto di partenza dell'operazione che potrebbe trovare una utile convenienza per tutti – calciatori compresi – nell'asse con la Juventus (scambio con Paulo Dybala). Quanto al nome del terzino, la candidatura emersa in queste ore fa riferimento a Kolarov della Roma.