L'Inter riparte dalla "garanzia" Antonio Conte, e da quel gruppo di giocatori che hanno dimostrato di meritare la maglia nerazzurra. Per la società di Suning, protagonista in questo calciomercato, ci sarà ovviamente l'obbligo di far meglio di questa stagione: chiusa con le due deludenti apparizioni in Europa e con un quarto posto conquistato solo all'ultima partita e con grande sofferenza.

Ne è consapevole anche Milan Skriniar, che di questa squadra è sempre stato una delle poche certezze: "Siamo contenti di esserci qualificati per la Champions, era il nostro obiettivo anche se nelle ultime partite abbiamo sofferto troppo – ha spiegato il difensore in un'intervista rilasciata a Sportmediaset – L'addio di Spalletti e l'arrivo di Conte? Mister Spalletti è una grande persona e un grande allenatore, ma la società ha deciso così. Adesso abbiamo un nuovo allenatore e ci sono nuove aspettative. Di sicuro vogliamo lottare per le prime posizioni".

Il futuro di Icardi

Con il centrale difensivo della nazionale slovacca, è stato poi toccato l'argomento dedicato al mercato estivo che ha già portato a Skriniar un nuovo compagno di reparto: "Godin? Speriamo di costruire una squadra competitiva, che è la cosa più importante. Una squadra che possa puntare allo scudetto, perché è quello l'obiettivo che vogliamo. Ne parleremo senz'altro in occasione del primo giorno di ritiro".

Al raduno nerazzurro ci saranno dunque diverse facce nuove: giocatori che prenderanno il posto di chi lascerà la Pinetina nelle prossime settimane. Tra questi probabilmente anche Mauro Icardi, ormai fuori dal progetto interista e in attesa di un'offerta da un altro grande club. Un'eventualità che Skriniar, al momento, non vuole prendere in considerazione: "Mauro è un grande giocatore e un nostro amico – ha concluso il difensore – Vediamo cosa succede, se rimane siamo contenti".