La vicenda Icardi continua a tenere banco in casa Inter e, dopo il caos degli ultimi giorni, nelle scorse ore la situazione sembra essersi rasserenata: l'attaccante argentino si è presentato a San Siro per la partita che i suoi compagni hanno vinto con la Sampdoria dopo il caos dei giorni precedenti e l'accoglienza non è stata delle migliori da parte dei tifosi, nonostante qualcuno stia cercando di buttare acqua sul fuoco e stemperare il clima. Maurito sta continuando a lavorare per recuperare dall'infiammazione al ginocchio destro che si è riacutizzata proprio nel giorno in cui la società ha deciso di togliergli la fascia di capitano, alla vigilia del match di andata a Vienna. Questo problema, che ha costretto il numero 9 al forfait anche in campionato, potrebbe tenerlo fuori anche per il prossimo impegno di coppa, a meno di evoluzioni positive nelle prossime ore. Bisogna valutare ancora se l'attaccante di Rosario potrà rientrare in campionato a Firenze ma al momento è difficile fare previsioni perché le infiammazioni tendinee non hanno quasi mai un decorso certo e previdibile.

 

Wanda: Non vogliamo lasciare l'Inter

Intanto ieri sera, durante la trasmissione Mediaset Tiki Taka, Wanda Nara ha spiegato il proprio punto di vista e quello di Mauro Icardi aprendo ad un colloquio pacifico con la società nerazzurra: "Quandoi gli hanno tolto la fascia è come se gli avessero tagliato una gamba. Non ce l’aspettavamo, ci sta soffrendo ma la volontà è fare il bene dell’Inter".

Allo stesso tal-show è intervenuto Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, per rispondere alla moglie-agente di Mauro Icardi. Il dirigente ha voluto in primis rincuorare l’argentina che non è riuscita a trattenere le lacrime, chiarendo anche che il rapporto tra l’Inter e Mauro Icardi non è compromesso.