Non c'è spazio per ulteriori considerazioni: Wanda Nara dagli studi di Tiki Taka è stata chiarissima parlando della situazione di Mauro Icardi e della propria. Ha definito l'Inter la propria famiglia, dalla quale non ci si vuole né si deve allontanarsi. E lo ha fatto in lacrime. "L'idea di fondo è restare qui, noi vogliamo restare all'Inter, non vogliamo trovare altre strade".

Parole di distensione e di chiarimento che dovrebbero smettere di alimentare le continue polemiche e magari trasformare i fischi in applausi e apprezzamenti, così come accadeva prima della querelle attorno al contratto e quanto ne è seguito. Dopo Marotta che ha aperto ad una ripresa dei confronti per il possibile rinnovo, dopo la presenza a San Siro mettendoci la faccia, dopo gli ultimi tweet distensivi, adesso anche parole al miele via televisiva.

Icardi e l'orgoglio di giocare in nerazzurro

Il tema principale è ovviamente il declassamento di Icardi, con la fascia da capitano tolta e data ad Handanovic. Una doccia fredda che nessuno si aspettava e che ha destabilizzato l'attaccante argentino: "A Mauro hanno tolto una gamba quando gli hanno tolto la fascia. Lui gioca con orgoglio, fa tutto con orgoglio e non ha mai pensato al denaro. Anche nel passato quando aveva scelte da fare ha preferito la maglia e la fascia la portava con orgoglio estremo e ha fatto tutto sempre per onorarla al massimo senza pensare ad altro"

Il dolore per la fascia tolta

La notizia è arrivata senza preavviso, Wanda Nara lacrime agli occhi racconta i momenti in cui ha ricevuto la notizia, ma senza rancore. Anzi, la moglie di Icardi conferma la volontà di restare a disposizione per un confronto aperto con la società nerazzurra: "Non c'è stata nessuna avvisaglia, per me è stato un fulmine a ciel sereno, non pensavo mai che potesse accadere. Sono sempre in contatto con l'Inter ma l'ho saputo tramite Twitter. Le mie parole in tv hanno influito? Lo dicono i giornali e i giornalisti. Io ho avuto una riunione di 3 ore con il club e non mi hanno mai detto nulla e nemmeno a Mauro e quindi io sono e resto a disposizione della società, il resto non conta.

L'Inter, la grande famiglia

L'apertura all'Inter è chiara poco dopo quando Wanda Nara parla della società nerazzurra come una grande famiglia: "Nelle ultime ore sui social ho scritto quel che ho scritto perché la mia famiglia è l'Inter. Quando nessuno ci credeva, Mauro è stato colui che ha preso la squadra e l'ha portata avanti anche da solo. Che giochi o meno, non cambia l'affetto e l'amore per l'Inter che tutti noi abbiamo. Marotta ha detto che è pronto a discutere del rinnovo? Io non me ne voglio andare da qui 

L'appello ai tifosi

Infine, una parola ai tifosi che a San Siro hanno fischiato alla presenza della famiglia Icardi a San Siro: "Con i tifosi si devono chiarire molte cose perché Mauro è troppo sincero e spontaneo in un mondo in cui spesso bisognerebbe calibrare le parole. Mauro davanti alle difficoltà si chiude subito, anche se dentro è forte. Bisognerà chiarire molte cose, ma lo vogliamo anche noi perché l'idea di fondo non è lasciare l'Inter e andarcene via"