Dopo le voci su Antonio Conte, diventate sempre più insistenti nelle ultime ore, Beppe Marotta ha risposto in maniera stizzita prima della gara contro il Chievo. L'amministratore delegato nerazzurro, indicato da tutti come l'uomo che sta facendo di tutto per portare l'ex commissario tecnico della Nazionale a Milano, ha affidato ai microfoni di Sky la risposta alle indiscrezioni circolate sul suo conto e su quello del tecnico salentino.

"Questa è la nuova generazione della comunicazione, bisogna sostenere questo confronto dialettico che non è facile perché infastidisce – ha spiegato l'ad interista – Ma va riconosciuto il lavoro fatto da Spalletti, l'obiettivo era quello di arrivare in una posizione Champions e lo sta facendo nel migliore dei modi. Non riesco a capire le critiche rivolte nell'ultimo periodo".

I tifosi aspettano l'annuncio

Atteso da un probabile contratto quadriennale, dopo il periodo di stop forzato in seguito all'esonero dal Chelsea, Antonio Conte è dunque l'uomo più chiacchierato dai tifosi appostati dentro e fuori San Siro: il tecnico che, secondo l'opinione comune, dovrebbe accorciare il gap con Juventus e Napoli e riportare in alto l'Inter. "Abbiamo un obiettivo da raggiungere e ne siamo consapevoli, il resto infastidisce – ha concluso Marotta – Non dico destabilizzi ma crea turbative da gestire nel migliore dei modi".

Una tesi, quella del dirigente dell'Inter, non condivisa alla vigilia dallo stesso Spalletti: "Le voci sul futuro non spostano il nostro obiettivo – ha dichiarato il mister di Certaldo – Vi posso far vedere gli allenamenti per capire come si stanno allenando i giocatori. Per i calciatori c'è solo la strada di vincere le partite e riportare l'Inter in Champions. Nella testa dei giocatori e nella mia c'è solo l'Inter e di conseguenza l'obiettivo molto importante da centrare".