Niente scuse per l’Inter dopo il clamoroso tonfo di Crotone. Pioli e la squadra si sono assunti la responsabilità per l’assai deludente prestazione sfoderata, soprattutto nel primo tempo, in terra calabrese. Un passo falso che ha confermato il momento no dei nerazzurri che dopo il roboante 7-1 all’Atalanta hanno conquistato un solo punto, contro il Torino, perdendo poi con Samp e appunto Crotone. Il direttore sportivo Piero Ausilio non ha usato mezzi termini per commentare la prestazione degli uomini di Pioli che sono stati strigliati dalla società. La dirigenza nerazzurra infatti ha deciso di usare la mano pesante in quello che è senza dubbio il momento cruciale della stagione, in vista del derby contro il Milan che nel frattempo grazie al successo sul Palermo ha piazzato il sorpasso in classifica.

Annullato dunque il giorno di riposo post Crotone per un’Inter che si è ritrovata stamane alle ore 8.30 sul campo d’allenamento di Appiano per iniziare la preparazione per la sfida contro i cugini con anticipo. In precedenza alle 8 Ausilio, il vicepresidente Zanetti, e il direttore generale Gardini hanno incontrato Pioli per fare il punto della situazione. Un modo per riorganizzare le idee e cercare di capire cosa non ha funzionato nelle ultime uscite per vivere un finale di stagione in crescendo con la conquista della qualificazione alla prossima Europa League. E la linea dura imposta dai vertici dell’Inter proseguirà anche nei prossimi giorni. La squadra nerazzurra infatti anticiperà il ritiro di preparazione al derby, che inizierà ufficialmente dopo l’ultimo allenamento di giovedì. Un modo per tentare di compattare il gruppo e tenere alta la concentrazione, che soprattutto nei primi 45’ di Crotone è sembrata del tutto assente.