Il rinnovo di Edin Dzeko ha spiazzato l'Inter e lo stesso Mauro Icardi. La Roma ha capito che il migliore acquisto lo aveva in casa e con un piccolo sforzo economico s'è tirata fuori dalla bagarre di trattative. Il cerino è in mano ai nerazzurri e all'attaccante: nel primo caso è chiaro che Lukaku e Lautaro Martinez non bastano e oltretutto non è ancora abbastanza in forma come vorrebbe Conte [probabile quindi che per il ragazzo della Primavera, Esposito, ci sia spazio in avvio di stagione]; nel secondo, venuta meno una delle ipotesi sul tavolo e senza la Juve che affonda il colpo al bomber sudamericano non resta molta scelta rispetto alla certezza di una stagione da separato in casa al quale concedono le briciole [il 10%], il minimo sindacale per non incorrere in cause legali. Al netto della situazione, serve ancora un rinforzo nel reparto offensivo. Quali sono le alternative in agenda?

La prima ipotesi è uno scambio con il Napoli: Icardi per Milik

L'arrivo dell'argentino a Napoli limiterebbe, di molto, gli spazi per Milik. All'insoddisfazione del polacco si aggiungerebbe anche la mancata discussione per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2021. L'attuale 99 azzurro è una soluzione che piace all'Inter e a Conte e potrebbe diventare oggetto della trattativa a partire dalla prossima settimana.

Fernando Llorente e Alexis Sanchez graditi a Conte

Il ‘Re Leone' basco è un calciatore di cui Conte conserva un ottimo ricordo: lo ha già allenato alla Juventus, è reduce da 2 anni con il Tottenham culminati con una finalissima di Champions, è attualmente svincolato e costituirebbe un ottimo affare dal punto di vista qualità/prezzo. Una sorta di usato garantito che può ancora dire la sua nelle giuste rotazioni. C'è anche un'altra ipotesi suggestiva avanzata da Sky Sport: si tratta di Alexis Sanchez che allo United è scivolato nelle retrovie ma potrebbe – con la formula del prestito e dettagli economici d'ingaggio da modulare – trovare opportuna per sé la destinazione nerazzurra come trampolino per rilanciarsi.

La pista tra Madrid e la Bundesliga

A Madrid c'è Jovic che nelle grazie di Zidane nemmeno è riuscito a entrare. La sua è una situazione da monitorare in queste ultime due settimane di mercato così come va tenuto sotto controllo quella di Ante Rebic, classe '93 dell'Eintracht Francoforte. Ex Fiorentina e Verona, i contatti sono stati avviati da qualche tempo e nei prossimi giorni si capirà quanto ci sia di fondato.