Se da una parte c'è la notte da dimenticare per la Juventus che, al Wanda Metropolitano, ha conseguito una pesante sconfitta, dall'altra c'è l'Atlético Madrid che ha vinto per 2-0 il primo round degli ottavi di finale di Champions League. Le reti di Gimenez e Godin obbligano gli uomini di Massimiliano Allegri ad una non facile remuntada nella gara di Torino. Uno dei protagonisti della sfida è stato, certamente, il difensore uruguaiano Diego Godin, che era rientrato da poco dopo un'elongazione muscolare, ma è stato comunque uno di migliori in campo riducendo al minino gli spazi di incursione di Mandzukic, Ronaldo e Dybala. La solidità difensiva della squadra di Simeone è emersa in maniera evidente ma Godin non si è limitato solo a difendere ma è stato lui l'autore del goal del 2-0. Una costante, purtroppo, per la Juventus che ha subito 5 goal da palle inattive degli ultimi 4 incontri europei.

Godin-Inter: manca solo l'ufficialità

Se questa rete dovesse risultare decisiva ai fini della qualificazione dell'Atletico ai quarti, Diego Godin si presenterebbe nel miglior modo possibile ai tifosi dell'Inter, visto che dalla prossima stagione i nerazzurri dovrebbero avere la fortuna di trovarsi in casa un difensore forte come quello l'uruguagio. Nel corso delle ultime settimane, il club meneghino avrebbe trovato l'accordo per l'arrivo del centrale uruguaiano che ha detto di no all'offerta di rinnovo di due anni proposta dall'Atlético: contratto di due anni con un ingaggio di 4.5 milioni di euro a stagione, che potrebbero diventare 6 con i bonus.

Siamo molto avanti e quanto prima potremo arrivare ad una comunicazione ufficiale – ha ammesso Giuseppe Marotta, confermando come sia quasi fatta per il centrale uruguaiano.

I goal importanti di Godin

Non una prima volta per Godin che ha fatto male ad una squadra italiana: il difensore dell'Atletico è anche il capitano dell'Uruguay e contro l'Italia nel Mondiale 2014 realizzò la rete che valse l'eliminazione degli azzurri dalla fase a gironi in Brasile. Da non dimenticare la rete decisiva in casa del Barcellona per riportare la Liga in casa colchonera: solo reti pesanti per El Flaco.