Fifa World Cup 2018, i Mondiali in Russia
11 Giugno 2018
17:06

Football City Guides, turista calcistico (non per caso) al Mondiale di Russia 2018

A Mosca il calcio “da vedere” è davvero tanto: si va dal meraviglioso Stadio Luzhniki, sede della finale di Russia 2018, il Viale della Gloria accanto all’ex Stadio Lenin con le statue dei principali eroi sportivi sovietici e russi, l’Otkrytie Arena e il Museo dello Spartak Mosca, un’esperienza davvero eccezionale per scoprire di più della squadra più amata di Russia.
A cura di Redazione Sport

I Mondiali in Russia sono un miraggio solo per chi ha poco coraggio e poca fantasia. No, non stiamo parlando dei nostri calciatori della Nazionale ma di chi, nonostante tra pochi giorni parta il più importante evento calcistico planetario, decide di non seguirli magari anche andando sul posto. Andare ad assistere ad una fase finale di un Mondiale è un’esperienza indimenticabile per tutto quello che circonda la manifestazione ed inoltre in Russia, una terra traboccante di novità che in Europa conosciamo pochissimo, non andarci è davvero un peccato.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Fifa World Cup 2018, i Mondiali in Russia

Gli autori di Football City Guide Mosca sono partiti proprio da qui, dall’importanza di far conoscere meglio il calcio russo e mostrare come la capitale della Russia si è preparata per i Mondiali ormai imminenti. Le Football City Guides sono le prime guide turistico-sportive esistenti al mondo e hanno lo scopo di accompagnare il “turista calcistico” nelle diverse città e fargli godere tutto quello che di bello c’è mentre si scoprono gli highlights calcistici presenti.

E a Mosca il calcio “da vedere” è davvero tanto: si va dal meraviglioso Stadio Luzhniki, sede della finale di Russia 2018, il Viale della Gloria accanto all’ex Stadio Lenin con le statue dei principali eroi sportivi sovietici e russi, l’Otkrytie Arena e il Museo dello Spartak Mosca, un’esperienza davvero eccezionale per scoprire di più della squadra più amata di Russia, la Piazza Rossa, dove si è giocato anche a pallone di fronte a Stalin, il cimitero Vagankovo, dove ci sono le tombe (vere opere d’arte) di calciatori come Jascin, Netto, Streltsov.

E oltre al calcio, la guida racconta le storie di tutti questi grandi campioni moscoviti e ti sa accompagnare alla scoperta anche delle meraviglie della città, come la metropolitana, il mercato Izmailovo e tanto altro. All’interno del libro inoltre sono presenti interviste a Fabio Capello, Massimo Carrera, Stanislav Chercesov, Nevio Scala, Vincenzo Pincolini. Dopo Zagabria, Lisbona e Napoli, la Footbal City Guide Mosca è la quarta guida turistico-calcistica creata da Edizioni In Contropiede.
Anche se noi in Russia non ci saremo, lasciar andare via questi Mondiali è davvero un grande peccato, sia per il nostro sistema calcio che dovrà seguirli con attenzione per studiare e imparare dai migliori e anche per i tifosi che da casa o direttamente a Mosca potranno vivere le bellezze e conoscere le storie di una delle capitali più calcistiche d’Europa.

793 contenuti su questa storia
Il gol più bello dei Mondiali è quello di Benjamin Pavard in Francia-Argentina
Il gol più bello dei Mondiali è quello di Benjamin Pavard in Francia-Argentina
Francia, Kylian Mbappé ha giocato la semifinale e la finale con tre vertebre bloccate
Francia, Kylian Mbappé ha giocato la semifinale e la finale con tre vertebre bloccate
Croazia, il fotografo 'abbattuto' dall'esultanza in semifinale viene invitato in vacanza
Croazia, il fotografo 'abbattuto' dall'esultanza in semifinale viene invitato in vacanza
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni