Nel nostro viaggio alla scoperta del primo listone Gazzetta 2019-2020, che inaugura la stagione del fantacalcio, è il momento di occuparsi dei centrocampisti (qui le precedenti puntate sui portieri e sulle occasioni a disposizione tra i difensori). Un reparto in evoluzione, fortemente condizionato dalle trattative in corso di calciomercato e, per questo, ancora più bisognoso di analisi approfondita.

Si pensi che il più costoso del reparto, il laziale Milinkovic-Savic (25), ha la valigia pronta in direzione Manchester United e che un elemento del calibro di Nainggolan (17) è ancora separato in casa all'Inter, in attesa probabilmente di una nuova destinazione in Italia (Cagliari o Sampdoria). Solo due esempi, ma piuttosto efficaci del momento.

La prima linea

Detto di Milinkovic-Savic ormai ai saluti, sarà il napoletano Fabian Ruiz (23) a prendersi molto presto la palma di elemento più prezioso tra i centrocampisti. Allo spagnolo allenato da Ancelotti è bastata una stagione per imporsi nel nostro calcio, anche grazie a 5 gol e 3 assist, prima di laurearsi campione europeo alla guida dell'Under21 iberica. Alle sue spalle il compagno di squadra e di reparto, Zielinski (21), ormai titolare inamovibile e sempre più determinante nella produzione di bonus, reduce com'è da 6 centri e 2 passaggi vincenti. Tra i due partenopei, ecco lo juventino Pjanic (21) che con Sarri diventerà ancora più determinante per i bianconeri, ma probabilmente sarà costretto ad arretrare il suo raggio d'azione.

Le occasioni

Le possibilità sotto i 20 crediti non mancano. Si comincia con il milanista Paquetà (19) che con Giampaolo si appresta a diventare ancora più determinante sul piano tattico, visto anche l'annunciato 4-3-1-2 rossonero. Alle sue spalle un terzetto d'eccezione: il neo-acquisto juventino Rabiot (18), subito protagonista in pre-campionato, il sempre affidabile napoletano Allan (18) e il romanista Pellegrini (18), chiamato a prendersi la leadership nella mediana giallorossa dopo la partenza di De Rossi. Tra i tanti mediani delle big, ecco il primo outsider: il bolognese Pulgar (17) lanciato, sul finire della scorsa stagione, dalla cura Mihajlovic (6 gol e 3 assist) e pronto a un altro torneo da protagonista sotto le Due Torri, mercato permettendo. Veniamo quindi alla mediana "low cost" dell'Inter. Nell'ordine: Barella (17), Brozovic (16), Sensi (12) e Gagliardini (10), tutti uomini che Conte ha già indicato come determinanti per il suo sistema e che potrebbero regalare grandi soddisfazioni.

Gli esterni e le (possibili) rivelazioni

Parlando di centrocampisti, un occhio di riguardo è inevitabilmente rivolto agli esterni. La Lazio si è aggiudicata Lazzari (14), uno dei migliori della categoria come testimoniano gli otto assist distribuiti nell'ultima stagione all'Empoli. Stessa quotazione per il neo-interista Lazaro (14): tutto da inquadrare nel nostro calcio, ma di sicuro interesse, vista la possibile declinazione delle sue qualità nel gioco di Conte. Subito alle spalle dei due si piazza Ansaldi (13), "promosso" a centrocampo e apparso subito in palla in quest'avvio di stagione. Tra le possibili rivelazioni, invece, il neo-milanista Bennacer (12), fresco campione d'Africa con l'Algeria, potrebbe regalare soddisfazioni a buon mercato con il Milan; non servirà un grosso investimento per il gioiellino del Brescia Tonali (11), occasione di rilancio al Cagliari per l'ex napoletano Rog (9).