Qualche dirigente di Mediapro, dopo lo sbarco di Cristiano Ronaldo alla Juventus, ora si starà probabilmente mangiando le mani. Il gruppo audiovisivo spagnolo, che per settimane ha tenuto in scacco la concorrenza con l'acquisto dei diritti televisivi della prossima Serie A, non poteva ovviamente prevedere l'arrivo in Italia del portoghese: campione in grado di dare ancor più valore e prestigio al nostro campionato.

Sky e Perform ringraziano Agnelli e la Juventus per l'assist, ma anche in Lega Calcio c'è euforia per il colpo di mercato bianconero. Come riportato da "Milano e Finanza", nel contratto stipulato con i due "broadcaster" ci sarebbe infatti una clausola legata all’andamento gestionale delle due piattaforme che si sono aggiudicate i diritti per trasmette le partite. Se riusciranno ad incrementare gli abbonati e i loro risultarti di business, Sky e Perform dovranno infatti versare più soldi alla Lega, fino a un massimo di 150 milioni annui.

Cristiano Ronaldo sposta gli abbonati

Grazie al fenomeno di Madeira, insomma, tutta la Serie A potrebbe guadagnarci. La Lega, che in caso di ulteriori incasso arriverebbe ad un totale annuo di 1,123 miliardi, avrebbe infatti maggiori risorse economiche da redistribuire e la società a beneficiare maggiormente del guadagno aggiuntivo sarebbe proprio la Juventus: club che da sempre incassa la cifra più alta in termini di ripartizione dei ricavi televisivi.

La voglia di vedere in azione il cinque volte Pallone d'Oro, porterà certamente un incremento di abbonati per entrambi i "player" che riusciranno inoltre a spartirsi anche gli utenti di Mediaset Premium. Una buona parte dei clienti, si mormora almeno la metà degli attuali 1,5 milioni, potrebbe infatti "traslocare" e passare al servizio satellitare o a quello in streaming facendo superare le soglie previste dal contratto con la Lega e garantendo alla stessa un introito maggiorato.