Didier Deschamps può passare alla storia se la Francia dovesse vincere la Coppa del Mondo contro la Croazia. L'attuale selezionatore francese potrebbe eguagliare Mario Zagallo e Franz Beckenbauer che sono gli unici ad essere diventati campioni del mondo sia come giocatori che come commissari tecnici. Questo "parterre de rois" selezionato è alla portata di pochi e l'ex allenatore di Monaco, Juventus e Olympique Marsiglia vuole raggiungere questo traguardo a tutti i costi.

Deschamps è diventato campione del mondo nel 1998 con la fascia da capitano al braccio e due decenni dopo può nuovamente raggiungere, anche se in questo caso seduto sulla panchina come allenatore, questo obiettivo. È la seconda finale consecutiva che la Francia riesce ad agguantare con lui in panchina m la precedente è stata quella dell'Europeo di casa che i transalpini hanno perso allo Stade de France di Saint Denis contro il Portogallo.

Il primato di Zagallo e Beckenbauer

Come già anticipato, gli unici a raggiungere questo traguardo finora sono stati Mario Zagallo e Franz Beckenbauer. Il brasiliano Zagallo ha conquistato la Coppa del Mondo 1958 e nel 1962 come giocatore e nel 1970 venne chiamato come selezionatore per sostituire a João Saldanha che non era ben in vista alla giunta militare fascista. Per quanto riguarda Beckenbauer, il tedesco si è preso la Coppa del Mondo nel Mondiale di casa del 1974 e come allenatore ha tagliato messo le mani sul trofeo nel 1990. Entrambi sono considerati leggende del torneo per le loro imprese, prima come giocatori e poi come tecnici, e ora Didier Deschamps vuole provare ad eguagliarli. Ci riuscirà? Dallo stadio Lužniki domani uscirà il verdetto che potrebbe consegnare un mediano di Bayonne, città situata nel dipartimento dei Pirenei Atlantici nella regione Nuova Aquitania, alla storia del calcio mondiale.