C'è grande attesa e curiosità sul futuro di Maurizio Sarri. Se il tecnico del Napoli dovesse davvero lasciare l'azzurro per andare al Chelsea, e provare l'esperienza in Premier League, allora potrebbero cambiare diverse cose in casa partenopea. “Se non sono convinto al 100 per cento di poter dare soddisfazioni a questi tifosi, allora preferisco andare via”: sono queste le parole dell'ex tecnico dell'Empoli avrebbe pronunciato nei giorni scorsi. Lui allo scudetto ci ha creduto e, probabilmente, in cuor suo spera ancora che qualcosa possa accadere in queste ultime tre giornate ma sa bene che la Juventus difficilmente si farà bloccare dal Bologna in casa.

Aurelio De Laurentiis vuole capire se qualcuno si farà avanti e ufficializzerà il suo interessamento per Sarri entro il 31 maggio, termine ultimo per esercitare la clausola di 8 milioni prevista: se fosse così ci sarebbe da perché c’è da riorganizzare la parte tecnica, scegliere il nuovo allenatore e capire come mettere in piedi l’organico per la prossima stagione.

Jorginho e Mertens in partenza?

In caso di addio di Sarri potrebbero cadere i "veti" su alcuni calciatori particolarmente legati al tecnico: il primo è quello che riguarda Jorginho, sul quale c'è l'interesse di Liverpool, Manchester United e, soprattutto, Manchester City. L'italo-brasiliano è stato valutato dal Napoli 50 milioni e l’idea di portare a casa una plusvalenza di 35 milioni non è da buttare.

Il secondo nome è quello di Dries Mertens: la clausola di 28 milioni di euro non impedirebbe al belga di partire in caso di offerta e anche per il belga ci sarebbe una possibilità di andare in Inghilterra, con l'Arsenal molto interessata al folletto azzurro. Da tempo si sa della partenza di Pepe Reina alla volta di Milano mentre non è chiaro come potrebbero prendere la partenza uomini come AllanKalidou Koulibaly che, a conti fatti, con o senza Sarri potrebbe portare nelle casse azzurre 60-70 milioni di euro. Da valutare le scelte di Hysaj e Mario Rui, uomini di fiducia del tecnico ma che potrebbero sposare il nuovo corso azzurro.

Chi resta?

Potrebbero restare un altro anno Raul Albiol e José Maria Callejon: nonostante il primo sia da sempre tentato di tornare in Spagna ha una clausola di 6 milioni di euro che, però, potrebbe essere eliminata mentre l'esterno d'attacco potrebbe arrivare a scadenza di contratto (2020). Senza la conferma di Sarri il presidente potrebbero chiedere al suo successore di valorizzare degli investimenti fatti come i vari Ounas, Machach, Rog, Diawara e, probabilmente, il rientrante Nikola Maksimovic, ingente investimento ma sempre messo da parte.