E' il minuto numero 8 della ripresa (il 53°) quando Lorenzo Insigne chiede il cambio ed è costretto abbandonare il campo dopo aver disputato un ottimo primo tempo e aver messo la propria firma in calce alla rete del vantaggio del Napoli a Parigi. Come sta il ‘magnifico'? Perché è uscito? Cosa gli è successo? Il giocatore non zoppicava né lasciava intravedere sofferenza particolare ma non è sfuggita alle telecamere l'espressione affaticata della punta partenopea per un colpo allo sterno. Se ne saprà di più nelle prossime ore e soprattutto si capirà se ce la farà a essere in campo domenica sera contro la Roma per il posticipo di campionato.

Zielinski prende il posto del ‘magnifico'. Avvisaglie che qualcosa non andava c'erano state poco prima quando, nel tentativo di effettuare un cambio di passo nell'area francese, il 24 azzurro era rimasto ‘piantato a terra' e aveva fatto una smorfia che non era solo disappunto. Insigne è rimasto in campo almeno fino a quando ha potuto poi ha dovuto cedere il posto a Zielinski con Ruiz che è andato a prendere la sua posizione in avanti accanto a Mertens. Un vero peccato, considerata l'ottima prestazione di tutta la squadra e in particolare di Insigne che aveva realizzato un gol di rapina, beffando Areola in uscita con un delizioso pallonetto.

Aveva saltato per precauzione la trasferta di Udine. Lorenzo Insigne aveva destato preoccupazione nei giorni scorsi con Carlo Ancelotti che aveva scelto di escluderlo dalla lista dei convocati per la gara contro l'Udinese. L'attaccante restò a casa in previsione proprio dell'impegno di Coppa, dell'importanza del match e più ancora della fase molto delicata della stagione per il tour de force tra Serie A ed Europa. A frenarlo erano stati problemi di natura muscolare, scorie che gli erano rimaste addosso dopo il colpo subito in Nazionale.