Neanche il tempo di decretare concluso l’ultimo turno dei vari campionati top in Europa (escludendo la Liga Nos, ovvero il campionato portoghese), che è già tempo di bilanci. Fra Liga, Bundesliga e Ligue 1, i talenti under 21 che si sono messi in mostra in questo primo scorcio di campionato sono davvero tanti. Tanti, sono entrati nella speciale classifica dei 10 migliori assist-man d’Europa.

Spiccano però soprattutto i giovani del campionato francese, tedesco e spagnolo, non figurano protagonisti della Premier League, mentre la nostra Serie A deve accontentarsi dell’unico attaccante capace, in 5 presenze, di realizzare 2 gol e 2 assist giocando dall’inizio solo le prime due gare. Vediamo allora insieme chi sono i primi 10 assist-man under 21 facendo un focus generale su tutti i maggiori campionati europei.

Tre in testa ma il vero fenomeno è Jorge

Diciamolo pure tranquillamente, il Valencia di quest’anno ci sta davvero entusiasmando. Tanti giovani e una squadra veloce nei movimenti, rapida nei tempi di giocata e vogliosa di esprimersi ai massimi livelli in Liga. Con Zaza finalizzatore delle azioni offensive e con due ragazzini ai suoi lati come Goncalo Guedes e Carlos Soler, il successo è garantito. Già, perchè proprio quest’ultimo, ad oggi, risulta essere il miglior assist-man under 21 dei top campionati europei. Ben 4 in 6 gare per il nazionale spagnolo che ha messo lo zampino anche nel 3-2 di domenica scorsa che ha visto il Valencia trionfare contro la Real Sociedad.

Ma a fargli compagnia al primo posto, ci sono anche l’ala sinistra del Bordeaux Francois Kamano e il talento (l’ennesimo) del Monaco, Jorge. Per il primo, che sta contribuendo a rilanciare al meglio in Europa la squadra francese che ora occupa il terzo posto in Ligue 1, la gioia di essere uno dei protagonisti della rinascita del Bordeaux e un valore di mercato in aumento pari 4,5 milioni di euro. Ma la vera sorpresa è proprio Jorge che così come Soler e Kamano ha sì totalizzato 4 assist, ma sta vedendo salire vertiginosamente le sue quotazioni di mercato che oggi lo vedono portarsi a quota 6 milioni di euro. Niente male davvero per questo 21enne brasiliano che pensate ha raggiunto questo risultato giocando da terzino sinistro.

Augustin e Guedes due straordinari talenti

E qui si ferma davvero l’orologio. Parliamo infatti di due calciatori che sono entrambi prodotti del Paris Saint Germain e su cui il club parigino ha sempre puntato molto per il futuro della squadra. Già, perchè Jean-Kevin Augustin e Goncalo Guedes, sono due talenti dal valore inestimabile. Due calciatori a cui era difficile garantire un posto da titolare nell’attacco stellare fra Neymar, Cavani e Mbappè.

E allora ecco l’occasione di andare, il primo a titolo definitivo all’ambizioso Lipsia in Germania e il secondo proprio al Valencia di Soler e Zaza, ma in prestito. Risultato? Entrambi ad oggi sono fermi a quota 3 assist totalizzati in questo primo scorcio di campionato. Per il primo anche il merito di aver già realizzato 2 gol in Bundesliga e aver centrato la prima presenza stagionale in Champions League. Ma non va di certo male al secondo, che come lo stesso francese ha messo a segno 3 assist, ma che ha visto salire il suo valore di mercato addirittura a 17 milioni di euro. Davvero numeri incredibili per l’ex gioiello portoghese del Benfica.

La top 10 degli under 21 d’Europa che hanno totalizzato il maggior numero di assist fino ad oggi (Transfermarkt)
in foto: La top 10 degli under 21 d’Europa che hanno totalizzato il maggior numero di assist fino ad oggi (Transfermarkt)

Bundes e Ligue 1 pazzi di questi due gioielli

Forse qualcuno non li avrà neanche sentiti nominare questi due calciatori, ma in realtà si tratta di veri fenomeni del calcio europeo, entrambi inseriti nella top 10 dei migliori realizzatori di assist under 21. E allora andiamo con ordine cominciando con Hamine Harit, trequartista o ala franco-marocchina, autore già di 3 assist e che dalla scorsa estate, è passato dal Nantes allo Schalke 04.Un’autentica stella del calcio che fa della tecnica e della velocità di giocata, le sue migliori qualità.

A fargli compagnia l’altra stella del Bordeaux dei miracoli, ovvero il numero #7 Malcom, piccolo genio classe 1997. Un 20enne tutto pepe che pensate, dopo 6 giornate di Ligue 1, ha già messo a segno 3 gol e 3 assist, totalizzando anche 2 presenze nella fase eliminatorie degli spareggi di Europa League realizzando, anche lì, un importante assist. Per lui, blindato dalla società francese, il valore di mercato è di 10 milioni di euro.

Dahoud e Otzunali danno spettacolo in Germania

Dimenticato Dembèlè, fuggito via da Dortmund per accettare le lusinghe del Barcellona, il Borussia si è consolato con l’ennesimo fenomeno consacratosi nel Borussia Monchengladbach e poi esploso proprio con i ‘gialli’. Mahmoud Dahoud gioca nella zona centrale del centrocampo ed è capace di riposizionarsi con estrema rapidità sotto la linea della palla anche dopo le sue innumerevoli incursioni a supporto della linea più avanzata.

Bravo a servire i compagni con i suoi 3 assist in 5 presenze in Bundesliga ha visto salire il suo valore di mercato già a 15 milioni di euro. Ma non è il solo a sorprendere in Germania perchè nel Bayer Leverkusen continua a brillare anche la stella di Levin Oztunali, jolly d’attacco della formazione delle ‘Aspirine’ è passato lo scorso anno al Magonza con cui, quest’anno, ha collezionato 3 assist. Abile grazie alla sua quantità e qualità nel suo bagaglio tecnico, viene paragonato a Gundogan e il suo valore di mercato è di 6,5 milioni di euro.

Cutrone unico under 21 a rappresentare la Serie A

E in chiusura, nell’ultimo posto disponibile in questa speciale top 10 troviamo Patrick Cutrone. Per qualcuno la luce della sua stella si è già spenta. Ma in realtà la voglia di riscattarsi e di dimostrare nuovamente a Montella di essere pronto a rimettersi a disposizione del Milan è ancora tanta. Unico italiano a rappresentare la nostra Serie A in questa graduatoria, Cutrone ha totalizzato 2 assist e 2 gol fino ad oggi, ma è stato impiegato 5 volte di cui solo le prime 2 gare da titolare.

Oggi sembra essere stato accantonato dall’ex tecnico della Fiorentina, ma in realtà, nonostante ad oggi gli venga preferito Kalinic come punta titolare nell’assetto tattico dell’11 iniziale rossonero, il Cutrone visto in estate e ad inizio stagione non può essere oscurato così dopo l’isolata brutta prova offerta contro la Lazio all’Olimpico. Montella lo sa, lui anche e la società ha grande fiducia in questo attaccante 19enne blindato in estate e lasciato in rosa a disposizione di Montella nonostante le numerose richieste da parte di diversi club italiani.