Nel giorno del risveglio rossonero, con il poker rifilato al Bayern Monaco nella ICC 2017, il Milan scopre un nuovo talento in formaziome. Si tratta del giovane attaccante Patrick Cutrone, autore di una doppietta nel primo tempo che ha regalato un sorriso a Vincenzo Montella e ai tifosi. E' lui, al momento, il vice Andrè Silva, mentre Fassone e Mirabelli – senza fretta – stanno lavorando per l'ultimo colpo in avanti alla ricerca di un top player tra Belotti e Kalinic. Cutrone, classe '98, però è già una realtà e potrebbe essere aggregato stabilmente in prima squadra.

Cutrone, doppietta al Bayern e futuro nel Milan

Nemmeno vent'anni, una carriera ancora da scoprire e formare e giò una doppietta ai campioni di Germania del Bayern Monaco in 45 minuti. Patrick Cutrone è anche questo, oltre ad essere un ottimo esponente del vivaio milanista è anche una certezza estiva per il nuovo Milan di Vincenzo Montella. Che cerca un top player alla Aubameyang, alla Kalinic o alla Belotti ma sa di avere una forte alternativa ad Andrè Silva già in casa.

Classe '98, punta centrale a disposizione di Montella

Il giovane attaccante della Primavera è stato promosso in prima squadra dopo l’addio del 29enne Luiz Adriano, di 10 anni più anziano e mai realmente inseritosi nel substrato rossonero. Patrick Cutrone è considerato come l’ultimo dei gioielli della cantera milanista, dopo l’approdo di De Sciglio, Donnarumma, Calabria e Locatelli e per Vincenzo Montella è decisamente un elemento aggiunto che potrebbe alla lunga anche fare la differenza.

Il nuovo Morata fatto in casa

E’ una punta centrale, moderna nell’interpretazione del ruolo, forte fisicamente, capace quindi di dare profondità e nello stesso tempo copertura difensiva. Ha un modo di giocare molto simile ad un altro obiettivo di mercato cercato dal Milan e Vincenzo Montella: Alvaro Morata, ex attaccante della Juventus, ora tornato al Real Madrid e poi partito alla volta di Antonio Conte e del Chelsea per 80 milioni di euro.

Come per Donnarumma è pronto il rinnovo

Cutrone dispone un ottimo fiuto del gol, come testimonia il suo score con la Primavera con 9 gol e un assist in 11 presenze e come ha confermato anche la gara contro il Bayern Monaco e la doppietta ai tedeschi. Cutrone non è stato ceduto dal Milan malgrado le tante offerte per un prestito e si sta lavorando per il rinnovo e il prolungamento di contratto, oltre all'attuale scadenza fissata per il 2018.