Maurizio Sarri sarà esonerato? In casa Chelsea ci s'interroga sul futuro del manager italiano all'indomani del tracollo sul campo del Manchester City. Un 6-0 senz'appello per i Blues che dopo i primi 25′ erano già sotto di 4 gol. Quella che è stata una delle peggiori sconfitte della storia per la squadra londinese sta facendo vacillare la panchina del tecnico ex Napoli, con il patron Roman Abramovic che potrebbe prendere in seria considerazione l'ipotesi di un cambio in panchina, con fiducia al vice di Sarri, Gianfranco Zola, fino al termine della stagione.

Perché il Chelsea potrebbe esonerare Maurizio Sarri

Maurizio Sarri rischia l'esonero. La sconfitta per 6-0 rimediata sul campo del Manchester City ha reso incandescente la panchina del tecnico italiano che dopo un inizio convincente è finito sulla graticola. Quella contro i Citizens è la 4 sconfitta nelle ultime 4 trasferte (contro City, Bournemouth, Arsenal e Tottenham in Carabao Cup) con 13 gol incassati e 0 segnati. Un rendimento inaccettabile per una squadra che in Premier è scivolata fino al quinto posto, a pari punti con i Gunners, scavalcata dallo United rigenerato dalla cura Solskjaer.

Tifosi del Chelsea chiedono l'esonero di Sarri con l'hashtag #SarriOut

Tante le critiche a Maurizio Sarri che già nelle scorse settimane era stato criticato da stampa e addetti ai lavori per il suo gioco eccessivamente "palleggiato" e poco in linea con la Premier League. Quando poi anche i risultati sono venuti meno, ecco che il popolo Blues si è scagliato contro il toscano, con tanto di hashtag #SarriOut sui social. Non è piaciuto anche quello che è accaduto dopo il tonfo contro il Manchester City con Sarri che non ha stretto la mano a Guardiola. Una situazione giustificata dall'ex Napoli in conferenza stampa, facendo riferimento alla distrazione causata dal nervosismo per il pesante flop.

Chi sostituirà Maurizio Sarri al Chelsea in caso di esonero

Sono ore calde dunque per Maurizio Sarri, con il patron Roman Abramovich che inevitabilmente sta pensando ad un cambio della guardia. Se il tecnico dopo la partita si è detto tranquillo sul suo futuro pur riservando una stilettata alla dirigenza ("Esonero? Non so nulla, dovreste chiedere alla società. Abramovich? Se si facesse sentire sarei contento, visto che non lo fa mai – ha dichiarato a Sky – Non so però cosa aspettarmi"), la sua posizione è tutt'altro che solida. Il Chelsea sarà impegnato in Europa League in casa del Malmo, con l'obiettivo di evitare la 5a sconfitta in trasferta consecutiva, e poi nel match interno di FA Cup contro lo United. Match decisivi per Sarri, con Abramovich che in caso di flop e di esonero potrebbe promuovere Gianfranco Zola, attuale secondo, a guida tecnica fino a fine stagione. In estate poi, come evidenziato dalla Gazzetta dello Sport l'assalto a Simeone (difficile, visto che l'argentino è vicino al rinnovo con l'Atletico), o alla grande gloria Lampard che ben si sta disimpegnando al Derby County