Il Tottenham di Mauricio Pochettino è ad un passo dal suo miglior risultato di sempre in Champions League. Dopo la vittoria nella sfida d'andata contro il City, gli Spurs partono dunque con un gol di vantaggio nel match di ritorno e puntano alla loro prima storica semifinale nel torneo della coppa dalle grandi orecchie. Per arrivare a festeggiare questo importante traguardo, i londinesi dovranno però uscire imbattuti dall'Etihad Stadium di Manchester.

"Battere il City all'andata è stato un grande risultato, ma è tutto ancora aperto – ha spiegato Pochettino, nella conferenza stampa della vigilia – Dobbiamo crederci e lottare fino all'ultimo. Loro sono fortissimi e possono spingere a mille sin dal primo minuto, la nostra sfida sarà cercare di fermarli e di ripartire in attacco. Guardiola? Lui è probabilmente il migliore o uno dei migliori allenatori al mondo e ha già vinto 24, 25 o 26 titoli. Lo conosco bene dai tempi di Barcellona".

La fiducia di Lloris

Per reggere l'urto di Aguero e compagni, il Tottenham farà dunque affidamento sul pacchetto difensivo guidato dal portiere francese Hugo Lloris: protagonista anche nel match d'andata giocato nel nuovo White Hart Lane: "E' sempre importante non subire gol in casa – ha spiegato il numero uno degli Spurs – Affrontiamo una delle migliori squadre d'Europa, che può sempre segnare tanti gol, ma l'1-0 dell'andata è stato comunque un buon risultato per noi".

Per la squadra di Pochettino, non sarà però semplice in avanti vista l'assenza dell'infortunato Harry Kane: "Un giocatore come lui è molto difficile da sostituire, ma sono sicuro che tutti faranno il massimo – ha concluso Lloris – Servirà una grande prova di squadra. Sarà una partita diversa. Abbiamo un piccolo vantaggio, ma servirà la mentalità giusta per passare il turno. Se dovessimo riuscire a segnare renderemmo la vita più difficile al Manchester City".