In casa Inter non ci sono solo i nomi dei nuovi arrivati a prendersi tutta la scena. Tra i protagonisti di questa calda estate nerazzurra, c'è infatti anche Mauro Icardi: il giocatore maggiormente chiacchierato nelle ultime notizie di calciomercato del club di Suning. Dopo il suo "allontanamento" dal ritiro di Lugano, l'attaccante argentino è infatti sempre al centro dell'attenzione e sempre più lontano dalla società milanese. Una condizione che l'argentino vive senza particolari problemi, forte di un contratto ancora valido e dell'interesse di diversi club: Juventus compresa.

Secondo alcune indiscrezioni raccolte da "fcinternews.it", Icardi potrebbe infatti finire ai campioni d'Italia nell'ambito di un clamoroso scambio tra i due club: un affare che coinvolgerebbe Moise Kean, pronto a fare il percorso inverso dell'ex capitano dell'Inter insieme ad un conguaglio economico di almeno 20 milioni di euro a favore della società interista. Un'ipotesi che sarebbe salutata con soddisfazione non solo dai giocatori, ma anche da entrambe le società che potrebbero mettere così a bilancio una maxi-plusvalenza. 

La casa di Moise Kean

Oltre al presunto accordo già trovato da Icardi con la dirigenza juventina (si parla di un'intesa di massima da 8 milioni netti a stagione più bonus fino al 2024), anche lo stesso Moise Kean sarebbe infatti felice di vestire la maglia nerazzurra, come ha candidamente dichiarato il padre del classe 2000 pochi giorni fa: "E' cresciuto con la maglia di Martins, l’Inter è la sua casa".

Al momento l'indiscrezione dello scambio, peraltro già circolata in precedenza grazie all'ipotesi di un inserimento di Dybala nell'affare, non trova nessuna conferma né a Milano né a Torino. Nelle prossime settimane la presunta trattativa è però destinata ad entrare nel vivo. Icardi vuole infatti rimanere in Italia, possibilmente vicino a Milano dove ha deciso di continuare a vivere con la sua famiglia, e la Juventus è al momento l'unica soluzione ideale per la sua carriera italiana.

Icardi punta i piedi

Nonostante tutto, la sua cessione di Mauro Icardi non pare però essere così scontata. Come rilanciato dal quotidiano "La Repubblica", l'ex capitano interista avrebbe infatti puntato i piedi dopo l'allontanamento dal ritiro di Lugano e il ritorno a Milano. Sbandierata ai quattro venti dal club come una scelta presa di comune accordo con il giocatore, pare infatti che la soluzione di rimandare Icardi ad Appiano Gentile e di non convocarlo per l'imminente tournée asiatica non sia stata digerita dal diretto interessato. "Ora resto qua due anni, prendo lo stipendio e non mi muovo" avrebbe infatti risposto Maurito, rilanciando il guanto di sfida alla dirigenza interista.