Mancano poche ore alla chiusura del mercato invernale, e l'Inter è alle prese con alcune decisioni importanti. Le ultime notizie relative al club nerazzurro, parlano infatti della volontà di Perisic e Miranda di lasciare Milano ma anche dei possibili colpi "last minute" di Marotta e Ausilio. Per parlare proprio delle strategie da seguire negli ultimi giorni di mercato, tutto lo staff dirigenziale dell'Inter (compreso il presidente Steven Zhang) si è ritrovato insieme a Luciano Spalletti per una cena di lavoro nel ristorante milanese del noto chef (milanista) Carlo Cracco.

Nessuna offerta per Perisic

All'uscita dal ristorante, Beppe Marotta è stato avvicinato dai cronisti e ha spiegato il motivo del summit con Spalletti: "Abbiamo fatto il punto della situazione, per noi è stata una situazione normale – ha spiegato l'amministratore delegato interista – In questo mercato ci sono stati pochi colpi ad effetto e giocatori che hanno dichiarato di voler andare via. Perisic e Miranda? E' difficile trattenere questi giocatori, ma al momento non sono arrivate offerte concrete. Quello che sta capitando a noi è già capitato anche ad altri club. Ora sta a noi gestire la situazione".

Barella a Milano

Dopo aver preso Cedric e Brazao (girato però al Chievo), e aver bloccato per giugno Godin e Gravillon, la società milanese è dunque alla finestra per alcuni giocatori che potrebbero tornare subito utili a Spalletti. Tra i nomi accostati all'Inter nelle ultime ore anche quelli di Carrasco, Ozil, Darmian, De Paul e Barella.

Proprio il giovane centrocampista del Cagliari, seguito con interesse anche da altre società italiane ed europee, è stato avvistato anche lui a Milano in compagnia di Radja Nainggolan: giocatore con il quale condivide lo stesso procuratore, Alessandro Beltrami. I due, insieme alle rispettive famiglie, si sono anche loro trovati seduti intorno ad un tavolo (questa volta il ristorante era quello dello chef Alessandro Borghese) e hanno presumibilmente parlato di un eventuale passaggio in nerazzurro del centrocampista cagliaritano: ipotesi sulla quale stanno già trattando da tempo Giulini e Marotta.