Antonio Conte è stato chiaro: all'Inter mancano due attaccanti di peso. Messa da parte l'idea di trattenere a Milano Mauro Icardi, la società di Suning si è dunque subito messa al lavoro per accontentare il nuovo tecnico. Le ultime notizie di mercato dell'Inter arrivano infatti da Manchester, dove la trattativa per portare Romelu Lukaku alla Pinetina è entrata nel vivo con i primi colloqui tra le due parti.

L'affare non è però così semplice per la società nerazzurra. La dirigenza dello United non ha infatti nessuna intenzione di chiedere meno di 80 milioni di euro, e soprattuto non è interessata ad inserire nella trattativa uno tra Mauro Icardi o Ivan Perisic. L'unico giocatore nerazzurro per il quale potrebbe fare uno strappo alla regola è Milan Skriniar: difensore che piace molto a Ole Gunnar Solskjaer, ma che l'Inter reputa incedibile.

La Roma alza la richiesta per Dzeko

In attesa di possibili schiarite dal fronte Lukaku, il club nerazzurro sta ovviamente proseguendo nei suoi contatti con la Roma per l'acquisto del cartellino di Edin Dzeko. Come riferito dalla "Gazzetta dello Sport", la società giallorosa avrebbe però alzato la propria richiesta economica per il bosniaco mettendo a serio rischio l'affare. Ora sono infatti 22 e non più 13 i milioni di euro che serviranno ai nerazzurri per strappare Dzeko alla dirigenza giallorossa.

Per abbattere l'investimento cash, si continua invece a parlare di possibili contropartite tecniche. Dopo il clamoroso abbaglio preso con Nicolò Zaniolo, dalle parti di Milano vogliono riflettere a lungo sugli eventuali nomi da proporre alla Roma. I cartellini di Radu, Pinamonti e Sebastiano Esposito, ad esempio, sono già stati messi fuori mercato. Qualche possibilità in più potrebbe invece esserci per l'attaccante classe 2000 Davide Merola.