In attesa di poter annunciare l'intesa più importante, ovvero quella con il proprio capitano, il club nerazzurro ha blindato Milan Skriniar: diventato ormai un punto fermo della squadra di Luciano Spalletti. Le ultime notizie di mercato dell'Inter, parlano proprio del futuro del difensore centrale slovacco: inseguito da diversi club europei, tra cui Manchester United e Barcellona.

Secondo il "Corriere dello Sport", l'entourage del giocatore e la dirigenza milanese avrebbero infatti trovato l'accordo per il prolungamento di un anno del contratto del giocatore (che andrà in scadenza, dunque, nel 2023) e per un sostanzioso adeguamento economico. Il nuovo ingaggio di Skriniar, passerà così dagli attuali 1,7 milioni a stagione a 3 milioni più bonus: una cifra vicina a quella che guadagnano i due compagni di reparto Miranda e de Vrij e simile alle offerte che sarebbero state messe sul piatto da United e Barça.

Il futuro della difesa dell'Inter

Come riferito dal quotidiano romano, il nuovo accordo trovato dalla società di corso Vittorio Emanuele e da Skriniar non prevede inoltre la presenza di una clausola rescissoria: una scelta che sarebbe stata condivisa da entrambe le parti. Dopo una lunga trattativa, mancano dunque solo le firme, la stretta di mano e la foto di rito per rendere ufficiale il prolungamento del "matrimonio" tra uno dei difensori più forti della Serie A e l'Inter di Suning.

Nelle scorse settimane era stato lo stesso Spalletti a togliere il suo giocatore dal mercato: "Serve un equilibrio relativo al trattamento di determinati calciatori. Nessuno ha i soldi per pagare Skriniar, resta qui: è un giocatore fuori prezzo per tutti". Con  il rinnovo di Skriniar, la presenza in rosa di Miranda e de Vrij e l'arrivo di Godin, l'Inter si è così sistemata per i prossimi anni. Se è vero che i trionfi nascono da una grande organizzazione difensiva, Luciano Spalletti (o chi per lui) è già a buon punto.