"Per me è motivo di grande orgoglio, ed inizia un percorso importante della mia vita. E deve essere un percorso vincente". Con queste poche parole, Beppe Marotta ha dato il via alla sua nuova avventura all'Inter: arrivata inaspettatamente dopo otto anni di esperienza alla Juventus. Il nuovo dirigente nerazzurro, nominato amministratore delegato proprio nelle scorse ore, si è dunque già messo al lavoro per rinforzare la squadra interista.

Le ultime indiscrezioni legate al mercato dell'Inter, rivelano infatti i piani di Beppe Marotta che vorrebbe presentarsi ai suoi nuovi tifosi con tre acquisti di spessore. Il primo potrebbe arrivare anche nel prossimo mese di gennaio e porta il nome di Nicolò Barella. Seguito da diversi club (Chelsea compreso) e nel mirino dell'esperto dirigente lombardo da tempo, il giovane centrocampista del Cagliari ha però una valutazione che supera i 40 milioni di euro ed è già stato blindato più volte dal presidente rossoblu Giulini: "Per adesso lui è felicissimo qui e non andrà via a gennaio".

Il futuro di Spalletti

Le tracce del lavoro di Marotta saranno però evidenti più che altro nella prossima estate, quando il club milanese avrà più tempo (e forse più risorse) per la campagna acquisti. Non è un mistero che l'Inter necessiti di un grande centrocampista, da aggiungere all'eventuale Barella di turno. I nomi sul taccuino di Ausilio e del nuovo amministratore delegato sarebbero quelli di Milinkovic-Savic, Kroos e soprattutto Modric: sogno dell'estate scorsa, mai davvero tramontato.

Sulle riflessioni di mercato, inciderà molto anche il discorso legato alla panchina. Dopo l'eliminazione in Champions League, qualcuno ha messo sotto accusa Luciano Spalletti e rilanciato in giro la voce di un possibile addio a fine stagione. Il tecnico di Certaldo, come ha scritto il "Corriere dello Sport", non sarebbe infatti la prima scelta di Marotta, che in cuor suo spero di poter tornare a lavorare (e ad aprire un ciclo) con Antonio Conte.