C'è grande attesa nel vedere come il mercato dell'Inter prenderà forma e quali saranno i primi colpi che Marotta e Ausilio regaleranno ad Antonio Conte. Se per l'acquisto di Diego Godin dovrebbe arrivare l'annuncio dopo la Copa America, i nerazzurri stanno lavorando negli altri reparti e la visita dell'agente Federico Pastorello in sede ha portato una ventata di novità in casa meneghina: sono diverse le trattative che stanno per decollare per i nerazzurri, che sperano di rinforzare la squadra a disposizione di Antonio Conte prima dell’inizio del ritiro, e per l’attacco il nome caldo rimane sempre quello di Romelu Lukaku, oltre a quello di Edin Dzeko. Per il centravanti belga il Manchester United ha chiesto 75 milioni di euro ma i milanesi sono arrivati a poco meno di 60 con qualche bonus. Il centravanti classe 1993 vorrebbe avere notizie certe prima del ritiro dei Red Devils, che inizierà la settimana prossima, ma le due società non sembrano avere fretta.

La trattativa per Lukaku all'Inter

L’Inter ha ben presente che lo United ha la punta belga a bilancio per una cifra intorno ai 55 milioni e che ha ammortizzato due quinti dell’investimento fatto (85 milioni di euro più bonus) e questo è oò motivo per cui i dirigenti nerazzurri erano convinti che l’affare potesse chiudersi attorno a quota 60-65 milioni. Per il club di Old Trafford sono pochi e i Red Devils sarebbero disposti a negoziare solo se sul tavolo ci sarà la stessa cifra che loro hanno poi dato all’Everton nel 2017 ma c'è da valutare se senza i soldi della partecipazione alla Champions League, nonostante un fatturato che non ha eguali al mondo, il Manchester può permettersi di tenere scontento un calciatore così "ingombrante".

Dal canto suo l'Inter in questo momento non può permettersi di spendere 80 milioni per il cartellino di un calciatore, senza contare un ingaggio quinquennale da 8 milioni più bonus, se non arrivano cash dalla la partenza di uno dei big (Icardi, Perisic o Nainggolan) che sembra avere la valigia pronta.

Pastorello: Lukaku? Difficile ma non impossibile

Dopo l'incontro nella sede dell'Inter, dove si era recato per parlare di Vergani, Federico Pastorello ha rilasciato alcune dichiarazioni e ha fatto capire che la trattativa tra l'Inter e Lukaku è certamente difficile ma non impossibile: "Lukaku sogno irrealizzabile? È un sogno, difficile da raggiungere ma credo non ci sia nulla di impossibile. Lui ha espresso pubblicamente i suoi piani, i suoi desideri, dopo vedremo".

Gravillon inserito nell'affare Sensi

Nel frattempo i nerazzurri si stanno muovendo per rinforzare il centrocampo e molto più vicina la conclusione sembra la trattativa per Stefano Sensi. La chiusura del tavolo con il Sassuolo per il centrocampista sarebbe il difensore Andrew Gravillon, che viene valutato 5 milioni fissi più 5 di bonus. In questo modo l’Inter spenderà effettivamente 5 milioni per il prestito e 25 per il riscatto, oltre alla valutazione del giovane calciatore della Guadalupa.