L'antipasto della quindicesima giornata di Serie A, sarà un piatto degno di uno chef da tre stelle Michelin. Venerdi sera, l'Allianz Stadium si accenderà per il derby d'Italia tra Juventus ed Inter: una partita che da sempre regala grandi emozioni e anche grandi polemiche. Presente anche lui ai "Gazzetta Awards", Bobo Vieri ha voluto dire la sua sulla partitissima del prossimo turno: "Non c'è una favorita – ha esordito il doppio ex – I nerazzurri in partita secca possono battere la Juve".

"E' la Juventus più forte di sempre? Non direi, per me quella di Tardelli, Platini, Gentile, Boniek era più forte. Però certo, anche questa dei Massimiliano Allegri è forte". Di fronte alla domanda sulla formazione di Spalletti, Vieri non si è tirato indietro nel dare il suo parere: "Beh eravamo più forti noi dai – ha scherzato – A quella di oggi cosa manca per vincere? Vincere è difficile, l'Inter però è sulla buona strada. Bisogna darle tempo, è solo il secondo anno di Spalletti, ma la società sta facendo un ottimo lavoro".

Il ricordo della vittoria di Stramaccioni

Reduce dalla forte emozione della nascita di Stella, la bimba che ha avuto dalla compagna Costanza Caracciolo, e atteso sabato prossimo all'inaugurazione di Gardaland Magic Winter, l'ex attaccante ha così analizzato il prossimo Derby d'Italia: sfida numero 185, con un bilancio che sorride ai bianconeri che hanno vinto 86 volte contro le 51 dei nerazzurri.

L'Inter ripartirà da ciò che di buono si è visto nelle ultime gare e dal ricordo della storica vittoria del novembre 2012, quando i gol di Milito e Palacio regalarono una prestigiosa vittoria ai nerazzurri di Stramaccioni, dopo ben 49 giornate d'imbattibilità interna della vecchia signora. "Per noi non sarà la partita dell'anno – ha dichiarato Ausilio, a margine del Gran Galà del Calcio – Andremo a Torino con la convinzione di poter fare del male alla Juventus".