Il confronto tra Barella e Nainggolan. Il probabile debutto di Alexis Sanchez. La difficoltà della sfida contro il Cagliari. Non mancano spunti d'interesse per la partita che l'Inter giocherà domenica sera alle 20.45 in Sardegna ma, inevitabilmente, l'attenzione di queste ore è tutta rivolta verso la vicenda Mauro Icardi e la causa intentata nei confronti dell'Inter. Antonio Conte ne parla in conferenza stampa alla vigilia del match e liquida l'argomento con poche parole. Nessun accenno di polemica e l'invito a parlare di chi c'è e ci sarà piuttosto di chi non rientra nei piani del club.

Icardi? E' stato fatto tutto nella maniera più corretta possibile – ha ammesso Conte -. Da otto mesi state parlando di questa persona e non voglio entrare nel merito della vicenda. Per quanto mi riguarda, ritengo giusto restare concentrati su questa stagione e sui protagonisti che la devono giocare .

Alexis Sanchez verso il debutto: Sarà con noi a Cagliari

Null'altro concede il tecnico al caso scoppiato nella giornata di venerdì che oggi, per effetto delle parole dell'avvocato di Maurito, ha registrato l'ennesimo sussulto. Conte parla dei ‘suoi' protagonisti, a cominciare da Alexis Sanchez giunto nei giorni scorsi dopo una luna trattativa con il Manchester United.

Cosa darà in più? Spero di rispondere citando dati e numeri tra un po' di tempo… – ha aggiunto l'ex ct della Nazionale -. Alexis è un giocatore importante che non ha avuto due grandi stagioni al Manchester United. È arrivato con grande entusiasmo e sarà con noi a Cagliari.

Stima per Nainggolan: Lo avrei voluto al Chelsea

In Sardegna l'Inter troverà di fronte un ex di turno: si tratta Nainggolan, che ai rossoblù è tornato con la formula del prestito secco. Il confronto a distanza con il suo ‘erede' in nerazzurro, Barella, sarà uno dei temi della sfida.

Ho grande stima e rispetto nei suoi confronti. E' un buonissimo giocatore, non a caso lo volevo portarlo al Chelsea il mio primo anno. Sapete bene, però, che sono state prese delle decisioni da parte del club.

Mercato, Conte: Marotta è stato chiaro, per noi è chiuso

Quali sono i prossimi movimenti di mercato? L'Inter chiuderà la sessione estiva delle trattative con il più classico botto? Stop fissato per il 2 settembre ma, al netto della vicenda Icardi, non dovrebbe cambiare molto in casa nerazzurra. Conte conferma le parole dell'ad, Giuseppe Marotta.

Penso che Marotta sia stato abbastanza chiaro, il mercato è chiuso. Credo sia finito sia quello in uscita che in entrata – ha concluso Conte. Politano? Mancano ancora due giorni, Matteo sa benissimo cosa penso di lui e del ruolo in cui lo considero importante.