Sembra non esserci una soluzione per il caso Icardi. L'attaccante argentino ha deciso di andare allo scontro con il club nerazzurro e ha fatto causa all’Inter, chiedendo il reintegro in rosa e 1,5 milioni di euro di danni. Nelle scorse ore SportMediaset ha intervistato l’avvocato Giuseppe Di Carlo, che assiste il centravanti di Rosario nella controversia con la società di via della Liberazione, ed è sua la firma in calce alla "Domanda di Arbitrato e Nomina Arbitro" inviata all’Inter giovedì in serata e diventata di dominio pubblico nelle scorse ore. Ieri, proprio quanto sembrava che stesse esserci spazio per un dialogo tra le parti l’ex capitano nerazzurro ha rifiutato l’ultima destinazione proposta dalla società, il Monaco, e subito dopo si è saputo di questa azione da parte dell'entourage di Maurito.

De Carlo: Chi lo ha pubblicato dovrà risponderne

L'avvocato Di Carlo ha parlato del documento e delle sue pagine circolano sui social e sulle chat:

È inspiegabile. Mai vista una cosa del genere. Ho visto il documento diffuso integralmente con gravissime violazioni della privacy. Senza omissis. Circola di tutto: indirizzi, nomi, numeri di telefono. Qualcuno dovrà risponderne. Soprattutto chi lo ha pubblicato.

In questa guerra che va avanti da mesi, e sta logorando le parti, nessuno si aspettava la richiesta di risarcimento ma l'avvocato molisano ha affermato:

Voglio chiarire. La richiesta di risarcimento è una conseguenza necessaria dell’atto. Non fa parte di un’iniziativa personale del giocatore. L’atto sarebbe stato incompleto senza la specifica di risarcimento del danno subito non inferiore al 20% del compenso annuo.

Di Carlo: Non è una questione economica

L'avvocato di Campomarino, che lavora in uno studio legale che si avvale della collaborazione di più professionisti specializzati, mette in chiaro che non una questione in cui i soldi:

Certo! Anzi, vi dico: non è una questione economica. Quello che interessa a Icardi è essere parte integrante del progetto Inter. Vi pare possibile che in due mesi di preparazione non abbia partecipato a un’amichevole?

Di Carlo: Tutto rientrerebbe in caso di trasferimento

Di Carlo ha spiegato quali saranno i prossimi passi ("Intanto dobbiamo aspettare che l’Arbitro accolga l’istanza. Ha cinque giorni di tempo. Penso aspetti la fine del mercato") e ha messo nero su bianco cosa succederebbe in caso di un trasferimento dell’ultima ora di Mauro Icardi, visto che il mercato chiude alle ore 22:00 di lunedì: "Ovviamente tutto rientrerebbe. Non ci sarebbero più le ragioni per procedere".