Il Real scarica Ronaldo

Zinedine Zidane scende virtualmente in campo e prova a fare da paciere tra Cristiano Ronaldo e il Real Madrid. La situazione in casa merengues è diventata incandescente dopo le indiscrezioni relative al possibile addio del portoghese per le conseguenze dei suoi problemi con il fisco. Il presidente Florentino Perez si è subito dimostrato intransigente: il presidente non ha perso tempo per ribadire che il Real ha bisogno di CR7 ma non più di quanto il giocatore abbia bisogno del club per continuare a vincere titoli che tra l'altro attraggono gli sponsor. A tal proposito il club campione d'Europa non pagherà la multa in caso di sanzione del fisco alla stella lusitana.

Zidane chiama CR7: "Non andar via"

In caso dunque di volontà di andar via, il Real non si opporrà e provvederà a fissare un prezzo comunque altissimo. Una prospettiva che preoccupa e non poco in primis Zinedine Zidane. L'allenatore francese che in coppa con Ronaldo ha conquistato le ultime due Champions, non ha perso tempo per cercare di far tornare sui suoi passi la sua stella più brillante. Secondo quanto riportato da Marca infatti, Zizou attualmente in vacanza con la famiglia in Italia avrebbe telefonato al portoghese cercando di ricomporre la frattura: un invito a riconsiderare la sua decisione, in quanto la presenza di Ronaldo nel gruppo Real è fondamentale, essendoci ancora tanti trofei da vincere insieme.

Ancelotti e il Bayern pronti all'assalto di mercato

Tra presente e futuro, spunta però anche il passato che ritorna per Cristiano Ronaldo. Sulle sue tracce infatti non ci sarebbero solo Manchester United e Paris Saint Germain, ma anche il Bayern Monaco del suo ex allenatore Carlo Ancelotti. Quest'ultimo che proprio con il bomber ha conquistato la decima Champions al Real, sarebbe pronto a riabbracciarlo in terra bavarese, dando continuità ad un feeling particolare. Per raggiungere questo obiettivo dunque anche la dirigenza del club campione di Germania sarebbe pronta a mettere sul piatto un investimento super, inserendosi in quella che potrebbe essere una vera e propria asta a suo di milioni.