Il mondo nerazzurro è ancora in festa dopo la vittoria nel derby. Il successo sui rossoneri, ha infatti mitigato l'amarezza per l'uscita dall'Europa League e compattato un gruppo che si era spaccato di fronte al caso Icardi. A sorridere davanti ai tre punti conquistati con il Milan, c'è anche un vecchio cuore nerazzurro che di stracittadine ne ha giocate tante: Walter Zenga. "L’Inter al momento è terza e, anche se non voglio trovare alibi, contro l’Eintracht aveva cinque giovani della Primavera in panchina – ha spiegato l'ex portiere a Radio Kiss Kiss – La prossima è una partita decisiva contro la Lazio, ma bisogna dire che i nerazzurri sono dietro solo a Juventus e Napoli che hanno fatto tantissimi punti".

Reduce dall'esonero dalla panchina del Venezia, e in attesa di poter tornare ad allenare, l'uomo ragno ha poi affrontato il tema Icardi e lanciato una frecciata all'ex capitano argentino: "Il suo messaggio su Instagram mi ha stupito. Io ci sono nato nell’Inter, ho 22 anni di interismo dentro e credo che se ami una squadra la ami a prescindere, anche se ti tolgono la fascia".

Il problema Wanda Nara

In attesa di capire come finirà la telenovela tra il club milanese e l'entourage del giocatore, Walter Zenga si è poi schierato dalla parte della società: "Oggi è difficile avere un approccio diretto senza usare i social – ha concluso – Non si può consentire a un agente di parlare tutte le domeniche, c’è troppa sovrapposizione di ruoli. Sono contento che Marotta abbia deciso di usare questa linea e spero che tutto si risolva per il meglio".

Dopo aver festeggiato la vittoria nel derby con l'immancabile post su Instagram, Mauro Icardi attende dunque l'incontro con la dirigenza. Le recenti parole di Wanda Nara hanno rivelato il probabile confronto pacifico tra le due parti. Non resta che attendere e conoscere l'esito della riunione che dovrebbe svolgersi nei prossimi giorni.