Nel momento più delicato della carriera sportiva del marito, che rischia seriamente di rimanere fermo alla Pinetina senza mettere piede in campo, Wanda Nara ha deciso non solo di stargli a fianco (e smentire le voci di un suo clamoroso divorzio professionale) ma anche di dimostrare a tutti che ha tutte le credenziali per gestire il destino di uno degli attaccanti più chiacchierati di questo calciomercato.

Oltre ai suoi impegni ‘extracalcistici' (dalla televisione alla moda, passando ovviamente anche dall'impegno più difficile, ovvero quello di crescere i suoi figli), la donna ha infatti deciso di sostenere l'esame per diventare procuratrice a tutti gli effetti. Come ha rivelato il ‘Corriere dello Sport', Wanda Nara rimarrà l'agente di Icardi approfittando dunque della deroga valida fino al 31 dicembre (già ottenuta da diversi agenti che non hanno ancora superato l'esame) e preparandosi per andare davanti alla commissione esaminatrice nel prossimo anno.

Il futuro di Mauro Icardi

Tempestata di telefonate arrivate nelle scorse settimane dai vari dirigenti (Paratici, Giuntoli e Petrachi su tutti), Wanda Nara sta intanto cercando di gestire al meglio la situazione di Icardi. Al di là dei pettegolezzi di una sua presunta dolce attesa, e dei suoi soliti messaggi criptici lanciati dai social network, la moglie/agente di Maurito attende ulteriori sviluppi legati alla trattativa Lukaku.

Se il centravanti belga non finirà alla Juventus, per Mauro Icardi potrebbe infatti riaprirsi la trattativa con il club campione d'Italia. In caso contrario, le uniche alternative italiane per l'ex capitano dell'Inter potrebbero essere soltanto il Napoli e la Roma: squadre e città che, per il momento, non sembrano però riscontrare il gradimento dell'attuale attaccante di Antonio Conte.