Volata Champions ed Europa League a 2 giornate dalla fine del campionato. Con la vittoria dell'Atalanta contro la Lazio e il pareggio della Roma a Marassi contro il Genoa l'assalto alla quarta posizione – attualmente occupata proprio dai bergamaschi – ha reso avvincente questo scorcio di campionato. Il pareggio alla 37a della squadra di Ranieri col Sassuolo e la sconfitta del Torino con l'Empoli ha di fatto ristabilito le gerarchie per un posto nelle Coppe. La squadra di Gasperini ha messo la freccia e sorpassato le dirette concorrenti: giallorossi staccati di 2 lunghezze. Mentre il Milan è passato da -2 a +1 col successo sul Frosinone, salvo tornare a -1 grazie al pareggio dell'Atalanta a Torino. Fuori dai giochi invece il Torino e la stessa Lazio.

Qual è il bilancio degli scontri diretti? Cosa succede in caso di arrivo a pari punti? Cosa dice il regolamento? Prendiamo in esame la terza e la quarta posizione considerato che al Napoli basta una vittoria nelle prossime 5 giornate per chiudere i conti.

Cosa dice il regolamento in caso di arrivo a pari punti

Sono cinque i criteri previsti dal regolamento Serie A nel caso di arrivo a pari punti al termine del campionato. Per determinare la classifica definitiva si fa ricorso a: punti negli scontri diretti; differenza reti negli scontri diretti (i gol in trasferta non valgono doppio in caso di parità); differenza reti generale; reti totali realizzate in generale; sorteggio.

Scontri diretti, la situazione per la Champions

In caso di arrivo a pari punti si passa al vaglio il bilancio degli scontri diretti: ecco qual è la situazione tra le squadre che si contendono ad oggi i posti validi come pass per la prossima Champions League.

Inter
In vantaggio con Milan
In svantaggio con Atalanta
In perfetta parità con la Roma (sarà avvantaggiata la squadra con la migliore differenza reti).

Milan
In vantaggio con Atalanta, Roma
In svantaggio con Inter

Atalanta
In vantaggio con l'Inter
In svantaggio con Milan
In perfetta parità con la Roma (sarà avvantaggiata la squadra con la migliore differenza reti)

Roma
In svantaggio con Milan
In perfetta parità con l'Inter (sarà avvantaggiata la squadra con la migliore differenza reti)
In perfetta parità con l’Atalanta (sarà avvantaggiata la squadra con la migliore differenza reti)

La differenza reti negli scontri diretti

  • Inter-Milan 1-0, Milan-Inter 2-3: +2 in favore dell'Inter
  • Atalanta-Inter 4-1, Inter-Atalanta 0-0: +3 in favore dell'Atalanta
  • Milan-Roma 2-1, Roma-Milan 1-1: +1 in favore del Milan
  • Milan-Atalanta 2-2, Atalanta-Milan 1-3: +2 in favore del Milan
  • Roma-Atalanta 3-3, Atalanta-Roma 3-3: bilancio in parità
  • Roma-Inter 2-2, Inter-Roma 1-1: bilancio in parità

La differenza reti generale

A una giornata dal termine, a godere di una migliore differenza reti generale è l'Atalanta, seguita subito dall'Inter. Più staccate Roma, Milan con uno scarto molto simile tra gol fatti e subiti: Inter +23, Atalanta +31, Milan +18, Roma +17.