La Juventus comincia senza Maurizio Sarri in panchina. Una brutta polmonite, contratta a quanto pare durante la tournée asiatica, ha infatti messo ko il tecnico ex Napoli che non sarà al suo posto né contro il Parma né contro la sua ex squadra. Nonostante il comunicato ufficiale del club bianconero, che ha confermato il problema di salute del mister, circola però da giorni una voce che parla di gravi frizioni tra lo spogliatoio e lo stesso allenatore.

I messaggi WhatsApp di un noto giornalista televisivo

A rilanciare questo clamoroso "dietro le quinte", già ipotizzato da alcuni tifosi sui social, sono stati alcuni messaggi vocali di un noto giornalista televisivo molto vicino al club campione d'Italia. Nei due file audio di WhatsApp, inviati presumibilmente ad un collega, trafugati e finiti successivamente in rete, viene infatti descritta come molto pesante la situazione all'interno della Continassa.

La sfuriata di Sarri e il possibile ritorno di Allegri

Secondo questa testimonianza, Sarri non andrebbe d'accordo con la squadra e soprattutto con Cristiano Ronaldo, con il quale si sarebbe già beccato un paio di volte nelle scorse settimane. Il presunto attrito tra l'allenatore e il gruppo juventino, che sarebbe sfociato in una scenata isterica del tecnico dopo l'amichevole con il Tottenham, avrebbe così spinto la Juventus a prendere una decisione inaspettata: esonerare il tecnico, approfittando della sua "non idoneità fisica" ad allenare, e riportare in panchina Massimiliano Allegri. Il tutto dovrebbe avvenire dopo la partita con il Parma, o al massimo dopo quella con il Napoli approfittando della sosta per le nazionali.

Il [presunto] diverbio con CR7

Una situazione fantascientifica e al limite del paradosso, che riporta però alla memoria il presunto litigio tra Maurizio Sarri e Cristiano Ronaldo in occasione della sfida di International Champions Cup contro gli Spurs. Al momento della sostituzione del cinque volte Pallone d'Oro, i due erano stati infatti immortalati dai fotografi in quello che a molti è sembrato un vero e proprio diverbio. Un episodio smentito dalla società di Andrea Agnelli (l'unico a quanto pare a voler difendere Sarri da un esonero), che ora potrebbe assumere un significato del tutto diverso e confermare anche le voci di una diatriba tra Sarri e CR7 rilanciate subito dopo il match anche dalla Spagna.