La lunga telenovela tra Cristiano Ronaldo e il fisco spagnolo ha registrato nelle ultime ore un'importante novità. Dopo l'accordo trovato tra il giocatore della Juventus e le autorità iberiche, il "Mundo" ha infatti rivelato che il fenomeno portoghese dovrà pagare due milioni di euro in meno. Come rivelato dal famoso quotidiano, dei 18,8 milioni di euro che l'amministrazione fiscale spagnola aveva chiesto a CR7 di pagare, soltanto 16,7 milioni verranno in realtà bonificati dal giocatore bianconero.

La stampa spagnola, dopo aver avuto accesso alla documentazione relativa alla vertenza, ha infatti rivelato che i circa 2,1 mln "scontati" (relativi a versamenti Iva) erano già stati volontariamente versati da Cristiano Ronaldo in precedenza. Giunta finalmente alla sua conclusione, la vicenda dell'evasione fiscale del cinque volte Pallone d'Oro e della sua trattativa per saldare il debito, ha così regalato l'ennesimo colpo di scena: questa volta a favore dell'ex campione del Real Madrid.

Il debutto allo Stadium di CR7

C'è intanto molta attesa per l'esordio del nuovo numero sette della Juventus. Il debutto sarà al "Bentegodi" di Verona, quando sabato 18 i campioni d'Italia faranno visita al Chievo. Una sfida che precederà di pochi giorni la festa dell'Allianz Stadium: la nuova casa di Cristiano Ronaldo. Sabato 25 agosto sarà invece la Lazio di Simone Inzaghi a "bagnare" il debutto casalingo del campione di Madeira.

E proprio in vista della prima partita casalinga di campionato, nelle scorse ore la Juventus ha comunicato i prezzi dei vari settori dello Stadium. Com'era prevedibile, dopo quello relativo agli abbonamenti, anche il costo dei singoli biglietti è stato aumentato del 30% rispetto all’anno passato. Il biglietto più economico, e anche l'unico sotto ai cento euro, rimane quello di curva dove per poter assistere alla gara contro la Lazio servono 55 euro.