Quella di Manchester per Cristiano Ronaldo è ovviamente una trasferta suggestiva. Il cinque volte Pallone d'Oro torna in quello che è stato il suo stadio per molti anni: "Qui ho vinto tanti trofei, è stata una grande emozione giocare qui e ho solo bellissimi ricordi – ha dichiarato il portoghese – Sarà una partita difficile contro una squadra fantastica e un allenatore che ha esperienza. Però abbiamo delle possibilità. Se faremo tutto quello che ci ha detto il mister possiamo vincere".

Dopo aver parlato bene dei suoi primi mesi italiani ("Tutti i compagni mi stanno dando una mano. Mi sto adattando bene e sono contento. Non ho nessun problema e voglio vincere trofei con questa maglia. La Champions? Non è un ossessione"), Cristiano Ronaldo ha anche brevemente affrontato lo scottante caso del presunto stupro ai danni di Kathryn Mayorga: "Io so che sono un esempio dentro e fuori dal campo. Ho quattro figli, ho salute e benessere e sono contento della mia vita. Mi sento fiducioso e così i miei avvocati: penso a godermi la mia vita e a giocare a pallone. La verità verrà fuori".

Le parole di Allegri

Ancora infastidito per il mezzo passo falso casalingo contro il Genoa, Massimiliano Allegri ha anche lui parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions League contro il Manchester United. Di fianco a Cristiano Ronaldo, il tecnico livornese ha così fatto la "radiografia" del momento bianconero a poche ore dalla sfida dell'Old Trafford.

"Per noi è un mese importante – ha spiegato il mister – Non l'abbiamo iniziato bene e ora torna la Champions. E' una gara alla quale teniamo molto perché in caso di vittoria ipotecheremmo il passaggio del turno. Loro sono una squadra forte, molto fisica, dovremo giocare bene tecnicamente, essere attenti e precisi e fare sulle palle alte. Sarà dura".