Nel giorno più triste per i colori giallorossi, dopo quello del ritiro di Francesco Totti, arriva una notizia che potrebbe strappare un sorriso a qualche tifoso. Presente al forum organizzato dal Corriere dello Sport, ‘Il calcio che vogliamo', Nicolò Zaniolo ha infatti allontanato l'ipotesi di un suo addio alla Roma: "Ho ancora altri quattro anni di contratto e mi vedo qui in futuro. Logico che ricevere le lusinghe di altre società fa piacere, ma sono pronto a firmare il rinnovo perché qui sono felice. Sarei contento di rimanere".

Il giocatore giallorosso, capace in pochi mesi di trasformare lo scetticismo iniziale in grandi applausi, ha poi commentato il finale di stagione della squadra di Claudio Ranieri: "Non penso al futuro, perché sono completamente concentrato su queste ultime due partite – ha spiegato Zaniolo – Dobbiamo cercare di vincerle entrambe, poi faremo i nostri calcoli. Il rimpianto più grande? Quel gol preso a Genova che ci ha impedito di conquistare tre punti importanti".

Le lacrime per De Rossi

Di fronte alla notizia che ha mandato sottosopra il mondo romanista, anche Nicolò Zaniolo ha voluto dire la sua: "Perdere un capitano così sarà pesante, io lo ringrazio per avermi accolto e trattato alla Roma come un figlio – ha aggiunto a margine della cerimonia di consegna del premio ‘Beppe Viola' – Ricordo che ancora prima di arrivare mi ha scritto dicendomi ‘benvenuto nella tua nuova famiglia, io sono il vecchio di casa, sei uno di noi'".

"Non nascondo che qualche lacrima mi è scesa al saluto di oggi, perché ancora una volta Daniele ha dimostrato quanto conta per la società e per la squadra. È un giocatore assurdo, un leader sia in campo che fuori. La Roma senza di lui perderà tanto – ha concluso Zaniolo – La nostra speranza e il nostro obiettivo è quello di fargli un regalo portando la Roma in Champions. Anche se è difficile ce la metteremo tutta".