Sono ore di profonda riflessione in casa Roma. A poco più di dieci giorni dal debutto in campionato (in casa contro il Genoa, il prossimo 25 agosto), Paulo Fonseca è infatti in attesa di capire quale sarà la rosa definitiva con cui cominciare ufficialmente la sua avventura italiana. I dubbi di società e allenatore, non riguarderebbero però soltanto il reparto offensivo: dove Edin Dzeko e Patrick Schick andranno sostituiti con giocatori altrettanto forti.

Così come ha già evidenziato il tecnico portoghese, dopo la cessione di Kostas Manolas il problema giallorosso è infatti anche in difesa. Serve un altro centrale, possibilmente già esperto e pronto per giocare a certi livelli. Un profilo che il direttore sportivo Petrachi sta già cercando da settimane, e che il club vorrebbe portare a Trigoria il prima possibile.

L'opportunità Lovren

Perse le speranze di arrivare ad Alderweireld, la dirigenza è così al lavoro su altri difensori. Tra i nomi cerchiati in rosso sull'agenda di Petrachi, figura anche Daniele Rugani. Il bianconero ha già dato la sua disponibilità e la Juventus ha necessità di sfoltire la rosa, ma il costo del suo cartellino (valutato almeno 30 milioni di euro) rischia di essere un fattore determinante e di far saltare la trattativa.

L'unico nome ‘spendibile' con tifosi è dunque al momento quello di Dejan Lovren: trentenne difensore del Liverpool. Già accostato al Milan di Marco Giampaolo, che ha poi preferito virare sull'acquisto ‘low cost' di Duarte, il nazionale croato potrebbe lasciare la Premier League per 20 milioni di euro: una richiesta, alla quale la Roma ha però risposto con un'offerta per un prestito oneroso da 2 milioni di euro, più il diritto di riscatto fissato a 16 milioni. Dall'affare verrebbero inoltre ‘scalati' i bonus che la Roma ha maturato dopo le cessioni di Salah e Alisson.