Dopo aver chiuso lo scorso campionato conquistando l'Europa League, la Roma aspetta nuovi colpi dopo gli arrivi di Diawara e Paulo Lopez. A dare le ultime notizie di mercato, ci ha pensato il direttore sportivo Gianluca Petrachi nella conferenza stampa organizzata per la presentazione di Leonardo Spinazzola: il primo dei tre nuovi arrivi a Trigoria. Il dirigente giallorosso ha così fatto il punto sulle strategie del club, partendo dalla delicata situazione di Nicolò Zaniolo.

"Quando ho bonariamente sgridato Zaniolo per fargli capire che tipo di comportamento deve tenere, si è scritto che lo avevo messo in vendita invece non è vero – ha precisato Petrachi – Non ho mai messo in vendita Zaniolo e ad oggi non è sul mercato, poi ci sono molte insidie e tutto può succedere. Ai miei tempi si diceva che la Juventus non avrebbe mai ceduto Zidane, e poi è successo".

La rivoluzione di Petrachi

"Il prossimo colpo? Mi auguro in difesa dove abbiamo solo due centrali al momento – ha aggiunto il ds giallorosso – Interverremo quanto prima per avere almeno un difensore. Cambiamenti? Dovremo capire quali saranno i giocatori che il mister vorrà tenere. L'idea esiste, e mi piacerebbe cambiare qualche giocatore in più per ricreare voglia ed entusiasmo. C'è chi non è tanto felice, magari ha avuto una contestazione e mi piacerebbe poterlo accompagnare all'uscita. Fosse per me cambierei qualcosina in più".

In attesa di novità relative alle ultime indiscrezioni (oltre a Veretout, si parla insistentemente di una possibile trattativa con il Milan per Suso), Gianluca Petrachi ha poi concluso il suo discorso spiegando la sua filosofia di lavoro: "Nel calciomercato è facile comprare ma un bravo ds deve sapere vendere quei giocatori che non rientrato nei piani tecnici. Coloro che non faranno parte del progetto tecnico cercherò di accompagnarli all'uscita e recuperare soldi. Nel caso di un'uscita, si punterebbe su un giovane forte, questa è la mia filosofia".