In testa alla "Top Ten" dei calciatori più sfortunati, insieme ad Arek Milik c'è senza dubbio anche Rick Karsdorp. Il 22enne difensore olandese, arrivato in Italia nella scorsa estate, si è nuovamente infortunato durante il secondo tempo con il Crotone. Dopo lo stop di alcune settimane ad inizio stagione, a causa dell'intervento chirurgico per la modesta lesione del corno posteriore del menisco esterno destro, l'ex giocatore del Feyenoord sarà ora costretto ad un'assenza ancora più lunga a causa della rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro.

Per la società giallorossa si tratta dell'ennesimo infortunio ad un crociato: il dodicesimo in appena tre anni e mezzo. Prima di Karsdorp erano infatti finiti sotto i ferri anche Emerson, Florenzi, Rudiger, Mario Rui, Strootman e i giovani della Primavera Ponce, Ganea, Capradossi, Nura, Luca Pellegrini, Kastrati e Tumminello.

La preoccupazione di Di Francesco

"Il mio sogno si è trasformato in un incubo – ha spiegato l'olandese sui social network – Grazie per tutto il vostro sostegno. Lavorerò duro per tornare più forte". Karsdorp è dunque atteso, nelle prossime ore, dall'intervento chirurgico a Villa Stuart: il secondo da quando è sbarcato nella Capitale.

Ad operare il difensore di Eusebio Di Francesco, sarà ancora il professor Mariani che, nella scorsa estate, si occupò della pulizia del suo menisco: operazione che costrinse il giocatore a rimanere fuori per quasi quattro mesi. Se Karsdorp si è nuovamente fermato, Patrik Schick è invece sulla via del rientro: "Non è ancora pronto per partire dall'inizio – ha spiegato il tecnico romanista – Vedremo se col Bologna si potrà utilizzare a partita in corso". Per il match con i rossoblu di Donadoni, Di Francesco farà rientrare dal primo minuto De Rossi, Florenzi e Juan Jesus.