Alessandro Florenzi era stato costretto ad abbandonare il ritiro della Nazionale, a Coverciano, per infortunio muscolare. Quel problema al polpaccio sinistro s'è rivelato più grave del previsto: la lesione al soleo evidenziata dagli esami diagnostici svolti nella giornata odierna lo ha di fatto estromesso anche dalla Roma per le prossime 3 settimane. E' questo il periodo di tempo stimato per il recupero del calciatore che, oltre a saltare il prossimo impegno con il Napoli (31 marzo, alla ripresa del campionato), dovrà rinunciare anche ai match contro Fiorentina (3 aprile), Sampdoria (6 aprile) e forse anche Udinese (13 aprile).

  • Quando potrà rientrare? I novanta minuti contro i friulani potrebbero essere quelli decisivi per rivederlo in campo almeno per una porzione di gara ma non c'è volontà di correre rischi alla luce anche della partita di San Siro contro l’Inter (20 aprile, ore 20.30) che può chiudere definitivamente le speranze di rimonta dei capitolini.

Quattro partite che capitano in un momento delicato della stagione dei giallorossi: sia per la posizione di classifica (5° posto, -4 punti dal Milan e  dalla zona Champions League) sia per la tensione che ha tolto serenità allo spogliatoio con la lite avvenuta tra Dzeko ed El Shaarawy nell'intervallo di Ferrara. Un brutto episodio che potrebbe costare caro ai due calciatori: secondo le indiscrezioni che filtrano, tanto il bosniaco quanto il Faraone potrebbero addirittura restare fuori dalla gara coi partenopei per motivi disciplinari.

  • Emergenza formazione per Ranieri. Al di là delle decisioni e delle sanzioni che la società ha in serbo, sulla carta è palese l'emergenza che riduce le scelte per il tecnico sulle corsie laterali in difesa: con Kolarov ancora fuori per un problema al flessore, il tecnico molto probabilmente avrà a disposizione solo Karsdorp e Santon.