Chiusa una porta, per José Mourinho potrebbe riaprirsi un portone: quello del centro sportivo di Valdebebas, dove si allenano da sempre i giocatori del Real Madrid. A poche ore dall'annuncio ufficiale del suo esonero dallo United, dalla Spagna filtrano infatti indiscrezioni clamorose che parlano di un probabile ritorno in Spagna in quella che è stata la sua società dal 2010 al 2013, subito dopo la grande esperienza in Italia con l'Inter.

Oltre al Benfica, secondo il quotidiano El Pais ci sarebbe dunque anche Florentino Perez sulle tracce del 55enne allenatore di Setubal, che lasciò Madrid dopo l'ultima stagione nei "Blancos" piena di difficoltà e di polemiche con alcuni giocatori importanti come Iker Casillas e Cristiano Ronaldo. Quello che è stato, Perez è però pronto a dimenticarlo e avrebbe già posto le basi per il clamoroso ritorno dello "Special One".

L'offerta di Florentino Perez

Secondo la stampa spagnola, il numero uno delle "merengues" avrebbe presentato al procuratore di Mourinho (Jorge Mendes) delle condizioni molto favorevoli: uno stipendio da 20 milioni di euro (dopo una prima offerta, respinta, di 15 min), un indennizzo da 5 milioni qualora Mourinho rimanesse ad aspettare invano la firma con il Real Madrid fino a giugno e soprattutto l'ultima parola su tutti gli acquisti della prossima estate: un dettaglio non di poco conto, visto quello che è successo recentemente con lo United.

In attesa di tornare in panchina, Mourinho ha intanto risposto alle domande di Sky Sport News: "Il Manchester United ha un futuro senza di me e io ho un futuro dopo lo United – ha detto il tecnico portoghese – Non mi sono mai piaciuti i manager che parlano dei dettagli su ciò che è successo e di chi è la colpa. Io non sono così. Finché non torno al calcio penso di avere il mio diritto di vivere la mia vita come faccio adesso. Questo è quello che voglio fare. Il Manchester United è passato".