Claudio Ranieri si aspetta una risposta importante dalla sua Roma in occasione del big match contro il Napoli. L'allenatore capitolino, dopo il tonfo con la Spal e la sosta per le nazionali, in conferenza stampa ha fatto il punto sul momento dei giallorossi. Dalla situazione infortuni, alla corsa Champions, fino alla lite tra El Shaarawy e Dzeko che costerà all'attaccante bosniaco una multa.

Ranieri, il punto sulla Roma in vista del Napoli

Che aria tira in casa Roma? Dopo la sosta per gli impegni delle nazionali che lasciato in eredità gli infortuni di Florenzi ed El Shaarawy, Claudio Ranieri è ottimista in vista del confronto super contro il Napoli, delicato in chiave Champions: "Ho visto i giocatori belli propositivi. Ora mi aspetto una risposta forte, di carattere e personalità. Questa squadra ha le potenzialità per lottare per entrare in Champions League. Le altre avversarie, davanti e dietro, spingono forte, quindi mi auguro che i miei giocatori reagiscano forte alle avversità. E sempre un piacere ritrovare Ancelotti, sono molto contento di salutarlo. Spero sia una partita positiva per noi. Il Napoli con Ancelotti è molto più verticale, va subito al dunque con la palla agli attaccanti. Loro cercheranno sempre questa palla centrale, pressare sì, ma quando hai nelle gambe 90 e passa minuti sennò conviene stare giudiziosi e pressare al momento giusto"

Ranieri non è pentito del ritorno a Roma

Il tecnico non è comunque preoccupato dal rendimento della sua squadra che dovrà dare tutto in questo finale di stagione per conquistare l'ultimo obiettivo disponibile ovvero la qualificazione alla Champions. Ranieri non è pentito della scelta di tornare sulla panchina giallorossa: "Se mi sono mai chiesto ‘chi me lo ha fatto fare a tornare alla Roma?' No mai. Sapevo dove venivo, sapevo che era una situazione eccezionale, per cui mi sono messo a lavoro. E spero che il lavoro alla fine dia i frutti sperati da tutti". 

Le scelte di formazione di Ranieri per il Napoli, il punto su De Rossi, Kolarov e Manolas

A proposito della formazione della Roma anti-Napoli, Ranieri deve fare i conti con diversi dubbi. Certi i forfait di Florenzi ed El Shaarawy, il tecnico valuterà le condizioni di De Rossi, Kolarov e Manolas: "De Rossi e Kolarov? Sono due pezzi da novanta per qualsiasi squadra, se dovessi averli entrambi in campo sarebbe una gioia per noi e i nostri tifosi. Devo valutare pero' se sono al cento per cento, la mia filosofia è perdere un giocatore per una partita piuttosto che per quattro. Manolas? Tutti vogliono esserci in questo momento di difficoltà. Lui vuole giocare ma io devo valutare bene ogni scelta che faro'".

La lite tra El Shaarawy e Dzeko, il punto di Ranieri

In conclusione una battuta sul litigio di Ferrara tra El Shaarawy e Dzeko che costerà al bosniaco una multa: "La lite El Shaarawy-Dzeko? E' stato uno scazzo normale che avviene in ogni famiglia. E' tutto a posto. Perché El Shaarawy è rimasto negli spogliatoi a Ferrara? E' stata una riflessione tattica, loro sono abituati col 4-3-3 e gli esterni fanno un certo tipo di lavoro e col 4-4-2 ne fanno un altro. Io già avevo parlato con El Shaarawy prima e gli avevo chiesto determinate cose, non facendole e avendo già in mente di mettere dentro Perotti, ho fatto il cambio. Ma è stato un cambio tattico e non dovuto al litigio".