Dopo lo sconfitta contro il Rennes, che ha dato nuovamente voce alle polemiche contro Thomas Tuchel, il Paris Saint-Germain è alla vigilia della terza sfida di campionato contro il Tolosa. Nella consueta conferenza stampa prima della partita, il tecnico dei parigini ha nuovamente affrontato la questione legata al suo giocatore più importante. "Neymar è sempre più in forma, ha acquisito sempre più condizione e ha lavorato con la squadra. Ha fatto tutti gli allenamenti con qualità, volume e intensità. Ma la situazione tra lui e il club è sempre la stessa".

"Dovete parlare con la dirigenza e con Leonardo, ma la posizione del club nei confronti di Neymar è chiara – ha aggiunto Thomas Tuchel – Se la situazione non sarà chiarita, non giocherà. Se la situazione verrà chiarita prima di domani sarà in campo, in caso contrario resterà fuori".

Mourinho e Allegri alla finestra

Mentre le voci su un possibile esonero dell'allenatore tedesco continuano a circolare dalle parti di Parigi, con José Mourinho che avrebbe già fornito la propria disponibilità e con qualcuno che ha anche ipotizzato un possibile coinvolgimento di Massimiliano Allegri, il tecnico del Paris Saint-Germain ha così analizzato il momento della sua squadra di fronte a queste voci di mercato.

"È normale che questo possa influenzare la squadra – ha spiegato Tuchel – Tutti sanno che ogni giorno c'è interesse attorno ad un giocatore come Neymar, a prescindere dal fatto che resti qui o meno. Dobbiamo adattarci, ma chiaramente non è la situazione migliore per la squadra". "Spero che Neymar rimanga con noi, ma non voglio fargli pressione – ha aggiunto Marco Verratti, seduto in conferenza di fianco al tecnico – Giocatori come lui fanno la differenza nelle grandi partite. Queste sono cose tra lui e il club, se rimane con noi o no lo sapremo il 2 settembre".