Oltre alla delusione per la sconfitta ai rigori contro il Rennes nella finale di Coppa di Francia, è arrivata anche la prevedibile squalifica nei confronti di Neymar. Il verdetto emesso dalla Commissione disciplinare nei confronti del calciatore brasiliano, a causa del pugno rifilato ad un tifoso, è una squalifica per tre giornate. Il numero 10 del Paris Saint-Germain potrà giocare il prossimo turno di campionato contro l'Angers ma salterà le ultime due giornate contro Dijon e Reims e la finale unica della Supercoppa di Lega francese, sempre contro il Rennes.

Dopo le tre giornate rimediate in Champions League per gli insulti rivolti sui social ad arbitro e VAR di PSG-Manchester United, il brasiliano ne prende altrettante in Ligue: non proprio un segnale di tranquillità per il talentuoso calciatore della Seleçao.

Il comunicato

Questo il comunicato emesso al riguardo, all'interno del quale si specifica che la squalifica comincerà dal prossimo 13 maggio, ovvero da lunedì:

La commissione disciplinare che si è riunita giovedì 9 maggio 2019 e che doveva archiviare il fascicolo sugli incidenti avvenuti durante la finale di Coppa di Francia del 27 aprile 2019 ha preso le seguenti decisioni: 3 partite di squalifica per Neymar, a partire da lunedì 13 maggio 2019. € 23.000 euro di multa al Rennes per l'uso di dispositivi pirotecnici, € 35.000 al PSG per lo stesso motivo.

L'episodio: la manata di Neymar al tifoso

Succede tutto poco dopo il triplice fischio, quando Neymar sale le scale che portano al palco della premiazione e viene provocato da un tifoso: il brasiliano ha reagito con una manata che ha destato incerto clamore e il gesto che gli è costato tre turni di stop a cui potrebbero aggiungersene altri due (la pena è sospesa).