Claudio Ranieri è pronto per diventare il nuovo allenatore della Roma. Dopo l'esonero di Eusebio Di Francesco nel day after della sconfitta di Porto, la società capitolina ha deciso di puntare sull'esperto mister classe 1951 capitolino, che conosce alla perfezione l'ambiente giallorosso, avendovi militato prima da calciatore e poi da mister. Ma perché la Roma ha scelto proprio Claudio Ranieri come successore di Di Francesco, e chi è stato l'artefice dell'operazione legata al ritorno dell'ex Leicester? Un ruolo fondamentale nella vicenda è stato quello di Francesco Totti, ex stella della Roma di Ranieri e attuale dirigente del club.

Claudio Ranieri nuovo allenatore della Roma per il dopo Di Francesco

Dopo l'ufficializzazione dell'esonero di Eusebio Di Francesco, la Roma si prepara a consegnare le redini della panchina a Claudio Ranieri. Quest'ultimo dopo la non troppo fortunata parentesi al Fulham è pronto per tornare nella sua città natale a 8 anni di distanza dalla conclusione della sua precedente esperienza. Ennesima sfida professionale per l'esperto manager che sfiorò la conquista dello scudetto nel 2010, chiudendo alle spalle dell'Inter. Inizialmente la dirigenza capitolina sembrava intenzionata a puntare su altri profili (Paulo Sousa, Donadoni e altri nomi tra i papabili), ma alla fine ecco la soluzione Ranieri che sembra aver messo tutti d'accordo.

Perché la Roma ha scelto Claudio Ranieri, l'idea di Francesco Totti

Perché la Roma ha scelto di puntare su Claudio Ranieri come nuovo allenatore ed erede di Di Francesco? Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, l'idea di puntare sul manager romano doc sarebbe stata di Francesco Totti, alle prese con la prima vera e propria situazione delicata della sua nuova carriera da dirigente. L'ex capitano avrebbe evidenziato agli altri componenti della dirigenza, l'importanza di affidarsi ad un personaggio come Ranieri che ben conosce l'ambiente, e che è molto abile a ricompattare lo spogliatoio e farsi apprezzare dai suoi giocatori. Lo stesso Totti dal canto suo avrebbe avuto un contatto telefonico con il suo ex allenatori garantendogli il totale supporto, pronto a diventare il suo punto di riferimento con la dirigenza

Claudio Ranieri, l'approvazione di capitan De Rossi

Ma come ha reagito lo spogliatoio alla notizia dell'esonero di Di Francesco e all'arrivo di Claudio Ranieri? Daniele De Rossi capitano e leader del gruppo nel post-partita di Porto-Roma si era esposto in prima persona a favore dell'ormai ex tecnico in merito alle notizie relative ad un possibile addio. Il centrocampista, preso atto della volontà di cambiare guida tecnica del club, avrebbe apprezzato comunque il ritorno di Claudio Ranieri con il quale ha avuto modo di lavorare proprio a Roma. Il tecnico gode della stima del "senatore" De Rossi, nonostante la famosa esclusione (anche di Totti) nella ripresa del derby del 2010, quando la formazione capitolina senza i due baluardi riuscì a ribaltare il risultato contro la Lazio.